Home Chiesa e Diocesi Raviscanina / Sant’Angelo d’Alife. Un pandoro per i fratelli del carcere di...

Raviscanina / Sant’Angelo d’Alife. Un pandoro per i fratelli del carcere di Santa Maria C. V.

Così sì che il "Natale è più buono", non come dicono invece certi spot... L'iniziativa è la risposta all'appello di Papa Francesco, al termine del Giubileo della Misericordia, a tenere aperte le porte del cuore e a tendere la mano ai fratelli in cerca di amore

1888
0

di Mariagrazia Nassa

pandoro-ai-carceratiL’Avvento è un periodo di attesa, di preparazione al Natale, ma non solo… è anche un periodo in cui siamo chiamati a dare più spazio alla Misericordia nei nostri cuori.
Lo scorso 28 novembre il cappellano dl carcere di Santa Maria Capua Vetere, Padre Clemente, ha accompagnato il parroco di Raviscanina Don Armando Visone, insieme ad un piccolo gruppo della parrocchia di Santa Maria della Valle in S. Angelo d’Alife, a far visita ai cari fratelli del carcere.
Un momento di conforto e di speranza seguito dalla Celebrazione Eucaristica. Nasce da questo incontro l’iniziativa di una raccolta di pandori natalizi per i detenuti, frutto del Giubileo Straordinario della Misericordia voluto da Papa Francesco, il quale, nel chiudere la porta Santa ha esortato tutti a non chiudere mai le porte della riconciliazione e del perdono, ma a lasciare spalancata la vera porta della misericordia che è il Cuore di Cristo.
La raccolta è un gesto semplice che permette di costruire ponti e far sentire loro più vicina la nostra presenza. Sarà possibile consegnarli nelle parrocchie di Sant’Abgelo e di Raviscanina fino all’11 dicembre. Sono invitati a partecipare a questa iniziativa tutti coloro che nel cuore sentono questo desiderio d’amore, affinché anche per i nostri fratelli carcerati il Natale sia vivo.

Mariagrazia Nassa

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.