Home Scuola L’Open day al Liceo di Caiazzo porta anche l’appello del Vescovo Valentino...

L’Open day al Liceo di Caiazzo porta anche l’appello del Vescovo Valentino Di Cerbo

Domani la presentazione dell'indirizzo biomedico del Liceo Scientifico. Il Vescovo chiede alle famiglie di "restare", di porre insieme le basi - Chiesa, Scuola, Politica, famiglia - per vivere un sereno presente e un più sicuro futuro

1474
0

“Riqualifichiamo i nostri centri rendendoli fulcri di vita, di iniziative, spazi animati soprattutto dalla presenza dei giovani”.
Questo l’appello del vescovo Mons. Di Cerbo alla vigilia dell’Open Day al Liceo di Caiazzo (sede staccata del Liceo Statale Pietro Giannone di Caserta) in programma domani 26 gennaio dalle 16.00 alle 19.00 presso Palazzo Egizi, nel centro storico della città.
Sarà la dirigente scolastica, dott.ssa Marina Campanile ad illustrare in apertura la proposta formativa del Liceo caiatino, che oltre al tradizione indirizzo scientifico, dal prossimo anno scolastico avvierà quello di Scienze applicate ad indirizzo biomedico.
Una interessante novità per il piccolo plesso scolastico, che negli ultimi anni, pur mantenendo un buon numero di iscritti, ha fatto i conti con il flusso migratorio degli studenti del caiatino verso centri maggiori geograficamente più vicini come Santa Maria Capua Vetere, Capua e Caserta, impoverendo di presenze il centro storico e a danno della microeconomia locale.

La competenza dei docenti, e soprattutto la dedizione della Dirigenza nei confronti di questo plesso, non ha fatto venir meno la qualità, anzi l’accorpamento con il prestigioso Giannone di Caserta, ha rappresentato per il piccolo istituto di Caiazzo una nuova fase di potenziamento didattico e formativo su cui ancora insiste il Vescovo, invitando i residenti e le famiglie dei comuni limitrofi a scegliere di restare.
“Se vogliamo che le nostre città siano migliori, che offrano maggiori servizi, che in esse migliorino gli standard qualitativi della vita, abbiamo tutti la responsabilità di curarla questa terra” prosegue Mons. Valentino Di Cerbo. “Come cittadini compiamo lo sforzo, o meglio, realizziamo più spesso il dovere di dare, di contribuire al benessere collettivo: il liceo di Caiazzo ha dimostrato in questi anni di essere un vero e proprio laboratorio formativo dove il clima di familiarità, il senso di responsabilità dei docenti e la diligenza degli studenti ci dimostra la buona salute dei nostri contesti civili”.
I numeri crescono se l’offerta risponde alle attese delle famiglie; ma è pur vero che l’offerta si migliora quando c’è un’utenza da corrispondere.
Il risultato? “Solo insieme si va avanti; solo condividendo – politica, mondo scolastico, famiglie, enti civili e Chiesa – si pongono le basi per vivere un sereno presente e costruire un futuro più sicuro, rispondente alle attese ai sogni dei nostri giovani”, conclude il Vescovo.

L’Open Day del liceo caiatino vedrà protagonisti i suoi studenti: a loro toccherà raccontare la vita scolastica attraverso i laboratori, le aule e le esperienze di alternanza scuola-lavoro presso Cira di Capua, Cirio e Parmalat di Piana di Monte Verna.
Le esperienze scolastiche di chi frequenta l’Istituto di Caiazzo inoltre si avvalgono del vantaggio di trovarsi in un centro storico dove architettura, arte e storia si innestano tra loro e grazie ai servizi culturali garantiti da Pro Loco, Comune, Diocesi di Alife-Caiazzo è possibile potenziare l’offerta formativa con frequenti escursioni fuori dalle aule grazie a personale qualificato e autorizzato al lavoro con gli studenti.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.