Home Chiesa e Diocesi Convocati in Cattedrale. La Quaresima di Alife-Caiazzo inizia con tre giornate bibliche

Convocati in Cattedrale. La Quaresima di Alife-Caiazzo inizia con tre giornate bibliche

Sarà padre Fabrizio Cristarella Orestano della comunità monastica di Ruviano ad accompagnare la riflessione dal 2 al 4 marzo in Cattedrale

2426
0

Inserito nel cammino sinodale anche il percorso in preparazione alla Pasqua. Dal 2 al 4 marzo alle 19.00, in Cattedrale ad Alife, si terranno tre giorni di riflessione dal titolo “Una Chiesa tra fatica e speranza. la comunità allo specchio nel vangelo di Matteo“, animati da padre Fabrizio Cristarella Orestano, teologo, della Comunità monastica di Ruviano.
Nel programma del Sinodo, dopo i lavori delle Commissioni, dopo le assemblee di Forania in cui un gran numero di operatori pastorali si è ritrovato a discutere di prospettive future per la Diocesi di Alife-Caiazzo, è giunto il tempo di una approfondita preghiera, della revisione del modo di essere chiesa alla luce del Vangelo. Il Sinodo diocesano va in questa direzione come ripetutamente in questo tempo parla il vescovo Mons. Valentino Di Cerbo: far maturare la coscienza di comunità che insieme e in cammino edifica il proprio futuro.
In che modo? Una concreta revisione dello stile cristiano personale e comunitario; vera partecipazione nella chiesa; criterio evangelico dell’amministrazione dei beni ecclesiali; partecipazione responsabile ai sacramenti; lettura del contesto territoriale e programmazione della formazione cristiana delle comunità. Le ambizioni del Sinodo non sono “oltre” la dimensione umana, ma innestate in una appassionata esperienza di Vangelo che tocca tutti i membri della comunità secondo la logica “impossibile agli uomini, ma non a Dio”.

Monastero di Ruviano – Padre Fabrizio Cristarella Orestano
Padre Fabrizio Cristarella Orestano è il responsabile della Comunità Monastica di Ruviano.
Sacerdote della Diocesi di Napoli, a partire dal 1989, insieme ad un seminarista della stessa Chiesa – oggi Padre Gianpiero – avvia un periodo di discernimento sentendo la sua vita orientata ad una scelta diversa, fatta di preghiera, studio, contemplazione, formazione. Dopo un periodo di ritiro in Francia e poi presso la comunità monastica di Bose, entrambi decidono per la nascita della nuova Comunità.
Non avendo trovato nei pressi di Napoli un luogo che si prestasse ad ospitare un monastero, la ricerca trova risposta nel territorio della Diocesi di Alife-Caiazzo, esattamente a Ruviano, dove grazie alla donazione di una Congregazione di Suore, su possibile acquistare un rudere e il terreno su cui oggi sorge il complesso monastico.
Risale al 2007 il trasferimento ufficiale di Padre Fabrizio e Padre Giampiero nella nostra Diocesi.
Il monastero di Ruviano – così come nella tradizione monastica – è un luogo di ospitalità, di accoglienza e di ascolto dove chiunque può recarsi per momenti di preghiera, ritiri spirituali. Un luogo di riferimento per la Diocesi di Alife-Caiazzo dove spesso si organizzano incontri per il Clero diocesano.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.