Home Chiesa e Diocesi Da Piedimonte Matese all’Irlanda, la vocazione di padre Mark Daniel Kirby

Da Piedimonte Matese all’Irlanda, la vocazione di padre Mark Daniel Kirby

Padre Mark, la cui famiglia ha radici a Piedimonte Matese, ora vive in Irlanda. Qui la sua comunità ha messo piede il giorno in cui nella città matesina avveniva un altro piccolo miracolo

4882
0

A circa due mesi dalla conclusione dell’esperienza millenaria delle Suore Benedettine a Piedimonte Matese, mi arriva dall’Irlanda, discretamente, una mail con la quale Padre Mark Daniel Kirby mi informa dell’erezione di un nuovo Monastero benedettino a Silverstream, in Irlanda.

Il religioso, che avevo avuto modo di conoscere qualche anno fa, mi ha inviato uno scritto da cui, oltre a trasudare emozione e gioia, traspare il desiderio vivo di voler condividere il racconto di un uomo che ha scoperto, nel pieno dell’età matura, la sua collocazione all’interno dei meravigliosi piani di Dio; dei piani che lo hanno voluto pellegrino dagli USA all’Irlanda, ma con le radici ancora ben piantate a Piedimonte Matese, unendo così tre luoghi geograficamente agli antipodi, attraverso un comune filo rosso.

Gli avi di Padre Kirby, Giuseppe ed Emma Onoratelli, erano originari del capoluogo matesino, tuttavia Mark viene al mondo negli Stati Uniti. Da giovanissimo, nel 1975 venne in Italia, scegliendo come sosta la foresteria del Monastero benedettino di Piedimonte, dove inizialmente non fu accettato: il successivo intervento della superiora Madre Maura, sistemò le cose e Mark potè conoscere da vicinissimo come si svolgesse la vita quotidiana delle suore: questi eventi segnarono la sua esistenza al punto che oggi egli è Priore di un convento appena fondato a Silverstream, in terra irlandese.

La cosa stupefacente non sta solamente nel fatto che Padre Mark veste anch’egli l’abito dei benedettini dell’Adorazione perpetua: la sua missiva annuncia che l’erezione di questo nuovo priorato irlandese è avvenuta nello stesso giorno in cui, a Piedimonte, si teneva l’avvicendamento tra le Benedettine e le Adoratrici perpetue.
Un’emozione che Padre Mark ha messo nero su bianco in questo modo “Misteriosamente si è realizzato anche da noi il sogno di Padre Celestino Maria Colombo che, con la Serva di Dio Madre Caterina Lavizzari, introdussero l’adorazione perpetua nel monastero di Piedimonte nel 1921 – mentre – venerdì 10 febbraio nella festa di Santa Scolastica, la presenza benedettina a Piedimonte ha vissuto un mistero di morte e di risurrezione con l’arrivo nel monastero di San Benedetto delle monache adoratrici venute da Napoli”. Qualcuno, giocando sulla parola coincidenza ha coniato recentemente un neologismo, la dio-incidenza, per spiegare i provvidenziali interventi del Signore nella storia di ciascuno di noi. Nel caso di Padre Mark, questo neologismo calza in pieno: perché le coincidenze non esistono. Mentre i disegni meravigliosi della Provvidenza, sì. E questo racconto ne è l’ennesima prova tangibile.

Nel video alcuni momenti della vita monastica a Silverstream

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.