Home Territorio Alife. Questo dissesto non s’ha da fare. Il manifesto di Roberto Vitelli

Alife. Questo dissesto non s’ha da fare. Il manifesto di Roberto Vitelli

2467
0

Contro la proposta di dissesto finanziario della Giunta consiliare del Sindaco Salvatore Cirioli, la minoranza politica chiede chiarezza, chiede tempi opportuni e soprattutto maggiore informazione e partecipazione dei cittadini sulle scelte che indurrebbero Cirioli e il suo gruppo a proporre il dissesto finanziario nel prossimo Consiglio Comunale straordinario convocato per sabato 8 aprile in prima seduta e domenica 9 aprile in seconda seduta.

Con un manifesto pubblico affisso per le strade di Alife, la minoranza Toro per Alife, chiama in causa i principi di onestà, legalità e trasparenza, bandiera della campagna elettorale di Cirioli e del suo gruppo e che invece in questo momento sarebbero stati calpestati in nome di un “atto di responsabilità e di coraggio” che Vitelli e i suoi consiglieri definiscono autocelebrativo.

Nessun incontro con la Minoranza, nè confronti con la cittadinanza per informare dei problemi e valutare le possibilità di risoluzione: fa appello a queste due mancate forme di partecipazione democratica l’Avvocato alifano, già sindaco della città dal 1999 al 2009.

“Perchè decidere di approvare il dissesto con tanta celerità, quando, ad oggi, il gruppo di minoranza, sebbene lo abbia richiesto agli uffici con note formali, non ha avuto a disposizione tutti i documenti che andavano allegati alla proposta del consiglio, tra cui in particolare la relazione analitica del Revisore dei Conti, sulle cause del richiesto dissesto finanziario…?”
È la domanda posta sul manifesto in cui si chiedono esplicitamente dettagli, seppur risulta per conto del Revisore dei Conti il parere e l’unica soluzione, proprio quella del dissesto:
Preso atto della relazione del Responsabile dell’Area Economico – Finanziaria del Comune di Alife ricevuta a mezzo mail in data 03.04.2017 (prot. 2795) nella quale si evidenziavano le criticità finanziarie dell’ente e l’impossibilità di raggiungere il pareggio di bilancio anche solo nella fase previsionale; della relazione del Segretario Comunale dr.ssa Antonietta Fortini nella quale, alla stregua del Responsabile dell’Area Finanziaria, oltre ad evidenziare gravi irregolarità nella gestione, auspica quale unica soluzione la dichiarazione di dissesto finanziario dell’ente ai sensi dell’art. 244 del D.Lgs. 267/2000; del mancato rispetto del pareggio di bilancio come introdotto dalla legge di stabilità 2016 per una somma pari a € 400.000, che comporterà una riduzione di pari importo del Fondo di Solidarietà comunale; dello sforamento di oltre 5 punti della tabella strutturale dei parametri di deficitarietà di cui all’art. 242 del D.Lgs. 267/2000, che difatto condanna Alife quale ente strutturalmente deficittario; del risultato di amministrazione provvisorio 2016 dal quale emerge un disavanzo pari a 7.363.183,30 certamente non ripianabile negli anni successivi data la sua consistenza; delle attestazioni rilasciate dal funzionario dell’area A.G. e Area ATA L.P., dalle quali emergono per l’area A.G. per € 2.032.688 e le l’area ATA – L.P. pari a 543.311 (ed area economico – finanziaria per € 257.161); dalla situazione di cassa alla data odierna € 457.542 (disponibilità € 3.827); della bassa e preoccupante gestione della riscossione delle entrate proprie che da anni ha creato tensioni finanziarie di cassa obbligando il comune a fare continui ricorsi alle anticipazioni di liquidità“.

Questa sera il sindaco Salvatore Cirioli ha convocato una conferenza stampa in cui fornirà ai giornalisti materiale utile alla diffusione, in attesa delle decisioni che interesseranno Alife nel fine settimana.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.