Home Chiesa e Diocesi “Pronto? Sono Papa Francesco”, il saluto alla Diocesi di Alife-Caiazzo

“Pronto? Sono Papa Francesco”, il saluto alla Diocesi di Alife-Caiazzo

13076
0
CONDIVIDI

papa francesco telefonata alife

Bella sorpresa per il nostro Vescovo Valentino e per la Diocesi tutta nel giorno di Pasquetta.
Al telefono Papa Francesco, in diretta da Roma, pochi minuti prima di affacciarsi dalla sua finestra per la preghiera del Regina Coeli e salutare la folla presente in Piazza San Pietro.
La sorpresa si è presentata in occasione di una telefonata che il Santo Padre ha fatto a Mons. Leonardo Sapienza, Reggente della Prefettura della Casa Pontificia, mentre questi era ad Alife con un gruppo di pellegrini – cavalieri dell’Ordine di Malta – in visita al Santuario della Madonna delle Grazie, nella suggestiva campagna di Alife.

Sapienza, accogliendo l’invito ricevuto dal principe Mariano Hugo di Windisch-GraetzGentiluomo di Sua Santità – che in Alto Casertano (a Sant’Angelo d’Alife) detiene diverse proprietà di famiglia ed è fautore di attività sociali e religiose, ha deciso di trascorrere una giornata ben oltre i confini del Vaticano e fare un’escursione nel territorio di Alife-Caiazzo per ammirarne le bellezze artistiche e paesaggistiche.

Ad accogliere il gruppo proveniente da Roma, il rettore del Santuario, don Emilio Di Muccio, e con lui i membri del CISOM Matese-Alexis, il gruppo di Volontari dell’ordine di Malta che sul territorio offrono attività di volontariato e assistenza.

Nel corso della telefonata tra il Papa e Sapienza, il Monsignore ha informato Francesco del luogo dove si trovava e passato poi il telefono cellulare a Mons. Valentino Di Cerbo.

Inaspettatamente la voce di Papa Francesco, e lo scambio di auguri pasquali.
La vicinanza e l’affetto del Santo Padre, la spontaneità e la semplicità dei suoi gesti fanno la differenza e di conseguenza mettono a proprio agio i suoi interlocutori.
Così è stato: il Vescovo ha ricambiato gli auguri, assicurando a Francesco, da parte di tutti i fedeli della Diocesi, il ricordo nella preghiera e chiedendo per la sua comunità una particolare benedizione in occasione del prossimo Sinodo. Le rassicurazioni del Papa non sono mancate, e la promessa di avere per la piccola Chiesa di Alife-Caiazzo un ricordo particolare.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

l'informativa sulla privacy


Place your text here