Home Dalla Campania Caserta. Il MInistero all’Istruzione premia il Buonarroti per la creazione di una...

Caserta. Il MInistero all’Istruzione premia il Buonarroti per la creazione di una start up

191
0
CONDIVIDI

L’Istituto Tecnico “Michelangelo Buonarroti” di Caserta è stato premiato dal Ministero dell’Istruzione per il progetto denominato “Start up lab Buonarroti: biotecnologia, statistica e profilassi”.
Un’idea nata e sviluppata  dagli alunni dell’indirizzo di Biotecnologie Sanitarie in convenzione con l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno, la Parmalat S.P.A e Alma 21 Produzioni.
La dirigente scolastica, dott.ssa Vittoria De Lucia,  da subito ha creduto nella valenza di questo percorso di Alternanza Scuola-Lavoro. Premiato soprattutto il team di docenti che ha diligentemente curato la proposta progettuale: Anna Di Chiacchio (referente percorso), Giuseppe Cecere e Gabriella Montanaro (referente d’Istituto dell’Alternanza), coadiuvati nella fase di realizzazione dai professori Giuseppina D’Andrea, Luigi Tartaglione e Gennaro Di Martino.
Il percorso intrapreso dai ragazzi è stato realizzato presso l’Istituto Zooprofilattico del Mezzogiorno di Tuoro mentre l’evento finale si è svolto lo scorso 29 marzo nell’Aula Magna dell’ Istituto Buonarroti, con la consegna dell’attestato sulla sicurezza da parte dei responsabili dell’Istituto, alla presenza della Preside De Lucia, degli alunni dell’indirizzo “Biotecnologie sanitarie”, delle dottoresse referenti dell’Istituto Zooprofilattico Fiorella Girace ed Antonella Pesce, nonché dei docenti del Buonarroti, tra cui Di Chiacchio, Cecere e Donata Tella.
Durante la manifestazione gli alunni hanno proiettato brevi video nei quali venivano ripresi tutti i bei momenti vissuti dai ragazzi presso l’azienda ospitante nella sede di Tuoro.
Un Ente Statale, l’Istituto Zooprofilattico che, diffuso su tutto il territorio nazionale, rappresenta lo strumento operativo del Servizio Sanitario Nazionale per quanto riguarda la sanità animale, il controllo e la qualità degli alimenti soprattutto di origine animale.

Gli studenti, grazie alle possibilità offerte dal percorso Alternanza Scuola-Lavoro, hanno potuto contribuire alle attività che l’Istituto svolge quotidianamente nei seguenti settori operativi: diagnostica, sierologia, microbiologia degli alimenti, laboratorio del latte e di biotecnologie per la prevenzione delle tossinfezioni alimentari.
Dopo la consegna degli attestati da parte delle dottoresse Girace e Pesce dell’Istituto Zooprofilattico, gli alunni hanno mostrato agli ospiti, in veste di Guide,  tutti i laboratori didattici dell’Istituto Buonarroti, in particolare quelli di chimica, fisica, scienze e agroalimentare proponendo infine anche una visita guidata completa al Museo Michelangelo, istituito nel 2004 e patrimonio del Buonarroti.
All’inizio di aprile, l’attività di Alternanza è proseguita coinvolgendo gli studenti, i quali con una ulteriore visita guidata, questa volta presso la sede Parmalat di Piana di Monteverna, attualmente Azienda leader nel settore agro-alimentare, affiancati da tecnici specializzati insieme a medici e biologi, hanno partecipato di persona all’intero processo produttivo che l’azienda intraprende giorno per giorno.

Gli stessi studenti hanno avuto poi anche la possibilità di intraprendere un ulteriore percorso lavorativo denominato “Diagnostica clinica” che coordinato dal Professore Cecere si è svolto presso la Clinica Sant’Anna di Caserta; oltre a ciò è stato attivato anche un altro progetto nel quale venivano approfondite tematiche di “Igiene, anatomia, fisiologia e patologia”, il tutto coordinato dalla Professoressa Donata Tella.

Occasioni di studio e di lavoro che sperimentano tutti coloro che si iscrivono all’Istituto Buonarroti, il quale oltre ad  offrire formazione in ambiti relativi al turismo, al settore agrario e a quello amministrativo, forma da qualche anno a questa parte anche alla prevenzione in ambito sanitario grazie all’attivazione dell’ultimo percorso di alternanza Scuola-Lavoro, coordinato dalla professoressa Maria Luisa Ruggiero, realizzato grazie alla convenzione con Campus Salute Onlus, un’associazione di medici specialisti volontari.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

l'informativa sulla privacy


Place your text here