Home Territorio Piedimonte Matese. Coppia di anziani “convocati” all’Ufficio postale e svaligiati in casa

Piedimonte Matese. Coppia di anziani “convocati” all’Ufficio postale e svaligiati in casa

Si presentano alla sede di Via Lupoli, scoprono di aver avuto una "falsa" convocazione e al rientro a casa, la trovano svaligiata

7119
0

Truffe agli anziani, il classico deja vu.
L’increscioso episodio si è verificato ai danni di una coppia di anziani della città.
Una telefonata da parte di un improvvisato dipendente delle Poste centrali di Piedimonte Matese li ha invitati a recarsi presso l’Ufficio di via Lupoli per il disbrigo di alcune pratiche. L’anziana signora pur spiegando che per il marito sarebbe stato molto difficile uscire di casa per il suo stato di infermità, non ha ottenuto alcun favore in merito.
Dopo due giorni la coppia si è presentata alla Posta spiegando ai dipendenti le regioni del loro arrivo in seguito ad una telefonata che li sollecitava entrambi a presentarsi in quel luogo.
Di fatto, dall’Ufficio postale di Piedimonte Matese non era partita alcuna telefonata ai due coniugi, né risultava che vi fosse la necessità di una loro convocazione. Accertato il presunto “scherzo” telefonico, marito e moglie hanno fatto rientro a casa e – come mai avrebbero sospettato – hanno trovato l’abitazione completamente svaligiata.
Furto “su misura”: accertarsi che la casa fosse vuota per almeno un’ora di tempo e procedere alla perquisizione della casa in cerca di contanti e preziosi, mentre qualcuno potrebbe aver tenuto sott’occhio gli spostamenti della coppia.
Hanno sporto denuncia ai Carabinieri della Compagnia di Piedimonte Matese e sono partite le indagini, tuttavia resta alta l’allerta – soprattutto in questi mesi dell’anno – sui furti a danno di chi esce di casa per più tempo approfittando delle belle giornate o perché fintamente coinvolto, come il caso dei nostri anziani, al disbrigo di false pratiche.
E allora vengano le pratiche di buon vicinato, dove tutti controllano tutti garantendo maggiore sicurezza ai quartieri cittadini.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.