Home Arte e Cultura Caiazzo. “La memoria tradita”, il Mezzogiorno nella Seconda Guerra Mondiale

Caiazzo. “La memoria tradita”, il Mezzogiorno nella Seconda Guerra Mondiale

Questa sera alle 19.00, la presentazione del libro del prof. Giovanni Cerchia, promossa dall'Associazione Storica del Caiatino

2217
0

Si terrà stasera, alle 19.00, presso l’ex Seminario vescovila di Caiazzo, la presentazione del volume La memoria tradita. La Seconda Guerra Mondiale nel Mezzogiorno d’Italia, redatto dal prof. Giovanni Cerchia, docente di Storia Contemporanea all’Università degli Studi del Molise.
L’evento è promosso dall’Associazione Storica del Caiatino, e rientra nel ciclo di incontri “Conversazioni con la nostra storia”, rispondendo all’impegno e al desiderio di svelare aspetti della dell’Alto Casertano che rendono un’immagine completa della storia locale.

A prendere parola, questa sera, oltre all’autore sarà Giuseppe Angelone, docente di Storia all’Università degli Studi “Luigi Vanvitelli” della Campania.
Il contesto geografico, politico e sociologico della trattazione è il Mezzogiorno italiano, analizzato nel periodo della Seconda Guerra Mondiale. La determinazione manifestata dalla popolazione meridionale nella lotta per la liberazione dall’oppressione nazista, si scontra, in quegli anni, con l’opera di rimozione del movimento insurrezionale, nonostante il timore che i meridionali e gli Italiani in genere incutevano nel nemico nazista, soprattutto alla luce degli effetti conseguenti alle Quattro Giornate di Napoli (27-30 settembre 1943).
Quello realizzato dal prof. Cerchia è anche un interessante studio sulle periferie italiane, in particolare il Molise, definito dallo stesso autore “una periferia che diventa centro”, perché luogo di conflitto, deportazione e di esperienze di resistenza degne d’interesse.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.