Home Dalla Campania Anfiteatro Campano in degrado. L’on. Sgambato scrive al Ministro Franceschini

Anfiteatro Campano in degrado. L’on. Sgambato scrive al Ministro Franceschini

L'Anfiteatro di Santa Maria Capua Vetere ha bisogno di interventi di restauro e messa in sicurezza, "anche attraverso l'impiego di personale Ales per la custodia", così l'on. Camilla Sgambato

413
0
CONDIVIDI

Sono a dir poco precarie le condizioni in cui versa l’Anfiteatro Campano di Santa Maria Capua Vetere, uno dei principali siti archeologici d’Italia, secondo per dimensioni solo al Colosseo.
A mettere in risalto il preoccupante stato dell’Anfiteatro è l’on. Camilla Sgambato (Pd), la quale, attraverso un’interrogazione, depositata nelle ultime ore, sottopone la situazione “non più accettabile” all’attenzione del Ministro dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, Dario Franceschini. Il sito sammaritano necessita di essere “inserito in un programma di restauro e valorizzazione da finanziare con i fondi a disposizione del Mibact”.
Fatta eccezione della cura degli spazi verdi, di cui si occupa il vicino Ristorante, a essere privi di manutenzione sono l’arena, i sotterranei e altre aree, oltretutto lasciate incustodite.
Un “gioiello nel suo genere a livello nazionale ed internazionale, che però non viene sfruttato adeguatamente a fini turistici e culturali per via dei necessari interventi di restauro e messa in sicurezza di cui ha bisogno”, così l’on. Sgambato, la quale si riserva di illustrare al Ministro le condizioni dell’Anfiteatro e “le potenzialità di cui esso dispone, anche attraverso l’impiego di personale Ales per la custodia, la manutenzione e la valorizzazione”.

Leggi il testo integrale dell’interrogazione

 

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

l'informativa sulla privacy


Place your text here