Home Chiesa e Diocesi Azione Cattolica, gente con il “certificato di qualità”. Conclusa la scuola associativa

Azione Cattolica, gente con il “certificato di qualità”. Conclusa la scuola associativa

552
0
CONDIVIDI

Cinzia Brandi

Fare nuove tutte le cose: Identità, Spiritualità, Operatività ISO 2017:2020 È il titolo che l’Azione Cattolica diocesana ha scelto per la scuola associativa dello scorso week end. Due giorni dedicati a scoprire e ri-scoprire il Laico di azione Cattolica, mediante il metodo laboratoriale: incontri in plenaria, suddivisione in settori, discussioni in assemblea.
La due giorni ha avuto un obiettivo specifico: offrire agli aderenti, ed in modo particolare ai responsabili, la possibilità di incontrarsi per conoscere la storia, la scelta religiosa e le coordinate essenziali della nostra Associazione. Lo stile è stato quello caro all’AC:fraternità, amicizia, compagnia, condivisione.
A chi ci ha chiesto perchè ISO 2017:2020 abbiamo spiegato che parafrasando il linguaggio adottato nelle aziende per misurarne le qualità, abbiamo cercato di fare il punto sulle nostre qualità, appunto l’Identità (per ribadire chi siamo), la spiritualità (per ribadire come siamo), l’operatività (per ribadire dove andiamo).

Il primo momento del sabato pomeriggio legato alla Spiritualità è stato affidato a Don Pasquale Rubino, Assistente unitario diocesano di AC: ripercorrendo la vicenda del giovane ricco (Mt 19, 16-22) il nostro assistente ci ha portato a riflettere sulla necessità di fermarsi e chiedersi se le nostre azioni, il nostro modo di vivere, la nostra scelta sono realmente indirizzate verso l’attività di servizio e di condivisione: “Confidando solo in noi stessi e nelle nostre forze non ci sarà mai abbastanza spazio per Dio” ed ancora “Se uno vuol essere il primo sia l’ultimo di tutti e il servo di tutto” dice Gesù. Don Pasquale ha chiuso il suo intervento ricordando che “Tutti noi possiamo sperimentare con gioia che davvero è nel servizio, anche quello più piccolo, che possiamo trovare e donare gioia”.

Per definire l’identità abbiamo chiesto aiuto a Giuseppe Bottalico Consigliere adulti della AC di Napoli. Gli spunti emersi sono stati tanti: Il laico di AC è un uomo mite, è un uomo di speranza, è un uomo prudente secondo la concezione del Vangelo di Prudenza (fare le scelte giuste nel momento giusto).
Giuseppe ha poi ricordato i tratti emersi dal documento della XVI Assemblea nazionale di AC: scelta religiosa, popolarità, corresponsabilità, diocesanità, intergenerazionalità e democraticità.

La Domenica mattina è continuata la riflessione sulla Spiritualità: la seconda giornata è iniziata con la Celebrazione presieduta dal Vescovo Valentino Di Cerbo e con la sua riflessione sul ruolo dei laici di AC nella nostra Diocesi: “un ruolo importante in particolare nei due momenti forti che la nostra Diocesi sta vivendo: il Sinodo” (molti laici di AC sono stati impegnati nelle commissioni sinodali e nelle Assemblee) “e il progetto della costituzione della Equipe diocesana di catechesi per le famiglie di bambini e Ragazzi”. Un compito importante quello affidato dal Vescovo alla AC di Alife-Caiazzo per il prossimo triennio: credere e far crescere il progetto della Equipe della catechesi; sostenere e stimolare le parrocchie nei percorsi di ACR destinati ai ragazzi dopo aver ricevuto il sacramento della eucarestia.

Per definire l’aspetto della Operatività abbiamo organizzato una Tavola rotonda con i presidenti dei trienni passati: Antonio Santillo, Cristina Palumbo e Mario Fattore.  Belle e interessanti le loro esperienze e la storia della loro appartenenza e crescita nella grande famiglia di AC: le difficoltà, i piccoli traguardi raggiunti, le chiamate e i loro SI.

Nel pomeriggio lo svolgimento, secondo il tipico stile di AC, dei laboratori. Gli adulti, con Daniele Martino, vice-presidente Adulti, hanno approfondito il percorso annuale Attraverso e riflettuto sui punti di forza e di debolezza delle associazioni parrocchiali.
I Giovani, con Luca, Mariachiara, Pierluigi, Grazia, Maria Grazia e  Danilo hanno gettato le basi per le attività di Formazione che verranno realizzate nei prossimi mesi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

l'informativa sulla privacy


Place your text here