Home Territorio Elezioni Provincia. Lavornia, Magliocca, Santillo, Marino: nomi che vanno, nomi che restano

Elezioni Provincia. Lavornia, Magliocca, Santillo, Marino: nomi che vanno, nomi che restano

1325
0

Per il momento l’unica candidatura confermata è quella di Carlo Marino, sindaco di Caserta, esponente del Partito Democratico, che trascinerà con sé i voti di sindaci e consiglieri legati al partito di centro sinistra e alle coalizioni civiche che volentieri gli strizzano l’occhio.
Manca circa un mese all’elezione del Presidente della Provincia di Caserta (12 ottobre) e prima che la campagna elettorale sia ufficializzata, si “provano” i nomi della futura scena politica provinciale.

Non sono candidato alla Presidenza della Provincia e non lo sono mai stato per il semplice motivo che non ho mai sciolto la riserva nè accettato l’invito a farlo che pure mi è stato unanimemente rivolto tanto dai vertici regionali e provinciali dei partiti della coalizione di centrodestra quanto da sindaci e amministratori comunali che si richiamano e si riconoscono anche nel centrosinistra” è la dichiarazione di Silvio Lavornia, presidente facente funzioni della Provincia all’indomani dell’indagine della magistratura Assopiagliatutto che destituiva dal suo incarico l’allora presidente Angelo Di Costanzo, sindaco di Alvignano.
“Avevo dato, in un primo momento, la mia disponibilità a partecipare alle elezioni provinciali del 12 ottobre prossimo ma a condizione di poterlo fare slegato dai partiti tradizionali, sostenuto dalla forza degli amministratori proveniente dal basso ed in una veste civica, in linea ed in continuità con l’amministrazione bipartisan che ho inteso portare avanti nell’ultimo anno di presidenza della Provincia”.

Alla definitiva posizione di Lavornia, sindaco di Dragoni, si palesa quella del primo cittadino di Pignataro Maggiore, Giorgio Magliocca, forte del sostegno del Consigliere regionale Giampiero Zinzi e dell’on. Carlo Sarro, esponenti delle coalizioni di centro destra.

Dall’alto casertano, il nome di spicco in questo momento è quello di Gianluigi Santillo, neo eletto in Consiglio Comunale a Piedimonte Matese dove riveste il ruolo di Presidente del consesso pubblico.
La corsa alla poltrona di Consigliere è partita per molti altri politici locali: ore di trattative e concitazione pur di garantirsi e ritagliarsi un ruolo nella prossima amministrazione provinciale.
I pronostici spostano la geografia del Presidente della Provincia ben oltre la zona matesina mentre l’eccessivo numero di candidature “locali” porta con sé il solito rischio di veder disperdere voti e consensi tra gli amministratori locali del territorio chiamati alle urne.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.