Home Attualità Terapia del Dolore. A Piedimonte Matese il convegno, medici da tutta la...

Terapia del Dolore. A Piedimonte Matese il convegno, medici da tutta la Campania

Presso l'Ospedale Civile della Città, sistema avanzato di assistenza medica per i malati oncologici. Attività fiore all'occhiello del presidio matesino

2380
0

Tutto pronto a Piedimonte Matese per il VII Convegno ECM di Medicina del Dolore nell’Alto Casertano. Incontro che ancora una volta riunisce medici e docenti, provenienti da vari presidi ospedalieri e atenei universitari campani per discutere sulle forme di assistenza al malato oncologico e non oncologico, per portare alla luce i passi avanti compiuti in questi anni, e gli sforzi ancora da compiere perchè la “cultura” della Medicina del Dolore assuma forma ancor più completa per utenza e medici.

L’appuntamento è per domani sabato 14 ottobre presso l’auditorium comunale del complesso quattrocentesco di San Domenico, dalle 8.30 (Scarica il programma).

A prendere la parola vari professionisti del settore medico attivo sul territorio altocasertano e matesino, come il dott. Bennardo Di Matteo (dirigente Anestesia Responsabile Terapia del Dolore all’Ospedale di Piedimonte Matese) uno tra i protagonisti delle novità legate alle pratiche di Medicina del Dolore in Alto Casertano; il dott. Giuseppe Leggiero (Psicoterapeuta e Neuropsicologo Piedimonte Matese); il dott. Domenico Santopadre (Anestesista Nutrizionista Piedimonte Matese). Sono solo alcuni dei nomi – ma accanto ci sono intere équipe di sostenitori e professionisti – che presso il presidio ospedaliero sostengono un’iniziativa d’avanguardia, rafforzata ancor di più dalla recente predisposizione di spazi e ambienti più idonei ad accogliere i pazienti.

Dopo i saluti delle autorità e la lettura introduttiva del prof. Raffaele Sinno (docente Bioetica ISSR Benevento Facoltà Teologica Italia Meridionale), il dolore sarà oggetto di approfondimento sotto i molteplici punti di vista che lo connotano e che ne provano la natura multidisciplinare: dal supporto psicologico al paziente e ai suoi familiari, alle sindromi del malato oncologico nella fase di pronto soccorso; dalle scelte farmacologiche al supporto all’anziano fragile, ecc.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.