Home Chiesa e Diocesi Speciale / Piedimonte Matese. Rinvenuta reliquia di San Venanzio, esposizione ufficiale il...

Speciale / Piedimonte Matese. Rinvenuta reliquia di San Venanzio, esposizione ufficiale il 28 ottobre

Il Cranio del Patrono di Camerino, portato nel capoluogo matesino nel 1707, era finito nell’oblio. Ritrovato questa estate dal Parroco e dai ragazzi della Comunità, resterà esposto alla venerazione dei fedeli fino al 26 novembre

3348
0
Particolare de “L’Immacolata e San Venanzio”, tela custodita nella Sacrestia di A.G.P. a Piedimonte Matese

Un primo annuncio c’era già stato la sera del 7 settembre, ora però, con l’autorizzazione da parte del Vescovo, c’è l’ufficialità: torna alla venerazione la Reliquia del Cranio di S.Venanzio, rinvenuta lo scorso 18 agosto a Piedimonte Matese.
Il ritrovamento, ad opera del Parroco Don Emilio Salvatore e dei ragazzi della Comunità di Ave Gratia Plena, è avvenuto nel corso di una campagna di risistemazione dei locali attigui alla Chiesa parrocchiale.
Fin dal suo ingresso in parrocchia, don Emilio si era messo alla ricerca del prezioso reperto, ma fino alla scorsa estate ogni tentativo era andato a vuoto. Poi, d’improvviso, quando la scorsa estate alcuni ragazzi della Parrocchia si sono organizzati per allestire la Mostra I Santi dimenticati nei locali soprastanti la navata destra della Chiesa, tra le varie suppellettili si sono imbattuti in una scatola, contenente un cranio umano: una più attenta analisi, da parte del parroco, ha rivelato la presenza di un piccolo cartiglio sulla parte sommitale della calotta, recante la scritta S.Venantius mar.: la Reliquia, di cui anche gli storici locali hanno fatto menzione nel tempo, era stata finalmente ritrovata.

L’importanza del ritrovamento. Il rinvenimento del cranio di S.Venanzio non è importante per la sola Comunità di Ave Gratia Plena, bens’ per l’intera città di Piedimonte Matese e per la Diocesi di Alife-Caiazzo. Il culto al Santo, martirizzato a Camerino (Macerata) nel III sec. d.C., fu introdotto nel 1707 in Ave Gratia Plena grazie a Mons. Angelo Maria Porfirio (vescovo di Alife dal 1703 al 1730 e sepolto proprio nella Chiesa parrocchiale di Vallata). Si tratta di uno dei martiri più giovani della Chiesa Cattolica, ucciso a soli 15 anni e quindi un ideale modello di fede da riproporre, specialmente ai ragazzi di oggi che vivono nel nostro territorio.

Il programma dell’Esposizione. Mons. Valentino Di Cerbo, Vescovo di Alife-Caiazzo, nei giorni scorsi ha autorizzato la restituzione al culto della Reliquia. Essa resterà esposta al culto dal 28 ottobre al 26 novembre, rispettando il seguente calendario:

28 OTTOBRE
ore 16.00 – Incontro con i ragazzi presso l’Oratorio S.Filippo Neri.
ore 17.30 – Dalla Chiesa di S.Filippo Neri ad Ave Gratia Plena, Processione della Reliquia del Cranio di S.Venanzio, accompagnata dai ragazzi, dai gruppi parrocchiali e dai Novizi della Comunità francescana di S. Maria Occorrevole; presentazione storico-biografica del Santo e Canto dei Vespri.

29 OTTOBRE
ore 10.00 – Santa Messa in Ave Gratia Plena, con la partecipazione dei ragazzi e delle famiglie.

31 OTTOBRE
ore 20.00 – Veglia di Preghiera in onore di tutti i Santi, in Ave Gratia Plena, Canto delle Litanie dei Santi attraverso la Scala della Comunione dei Santi, Benedizione della Città dal campanile e lancio delle lanterne.

1 NOVEMBRE
ore 07:00 – Santa Messa nella Chiesa di San Filippo Neri, per inizio dell’Ottavario dei Defunti.
ore 10:00 – Santa Messa in Ave Gratia Plena.
ore 12:00 – Santa Messa nella Chiesa di Santa Lucia.
ore 15:00 – Santa Messa al Cimitero, con la partecipazione delle tre Comunità parrocchiali di Piedimonte.
ore 18:00 – Santa Messa in Ave Gratia Plena, inizio dell’Ottavario dei defunti.

26 NOVEMBRE
Ore 10.00 – Santa Messa conclusiva dell’Esposizione.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.