Home Territorio Piedimonte Matese. Scomparsa Sandro Ottaviani, nuove indagini con cani molecolari

Piedimonte Matese. Scomparsa Sandro Ottaviani, nuove indagini con cani molecolari

Con l'ausilio di cani molecolari sarà possibile andare più a fondo nelle indagini: si tratta di animali in grado di annusare anche in condizioni improbabili resti umani

3864
0

Era il 23 aprile del 2008 quando l’imprenditore di Piedimonte Matese, Sandro Ottaviani spariva misteriosamente senza lasciare alcuna traccia di sé.
Dopo il suo ultimo avvistamento a Dragoni presso la proprietà di un altro imprenditore dove Ottaviani si era recato per motivi personali, di lui rimaneva soltanto l’auto parcheggiata nei pressi del Ponte Margherita.
Le ipotesi del momento fecero pensare al suicidio tanto che furono impiegati diversi sommozzatori dei Carabinieri per scandagliare il fiume Volturno: l’unico risultato fu il rinvenimento di un corpo – nei pressi di Alvignano – identificato con quello di Biagio Di Meo di Faicchio scomparso alcune settimane prima. Anche la trasmissione di Rai3 Chi l’ha visto si occupò a lungo del caso.

Da allora nessuna altra risposta, nessuna certezza sula vicenda dell’imprenditore piedimontese ben noto a tutta la comunità.

Al momento la Procura di Santa Maria Capua Vetere ha demandato le ricerche alla Compagnia Carabinieri di Piedimonte Matese guidata dal Maggiore Giovanni Falso: da questi la scelta di procedere alla ricerca con speciali unità cinofile addestrate alla ricerca di resti cadaverici. L’impiego di cani molecolari, in grado di riconoscere al fiuto anche piccolissimi resti umani consentirebbe di dare una risposta al caso dopo quasi dieci anni.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.