Home Eventi Piedimonte Matese. L’Istituto Ventriglia e l’ Arte del ricevere

Piedimonte Matese. L’Istituto Ventriglia e l’ Arte del ricevere

Riuscito l'intento di “rafforzare il rapporto con le famiglie e con il territorio e partecipare attivamente alla vita del rione": nei vani dell’Istituto, recentemente recuperati, gadget ed eventi organizzati da docenti ed alunni della scuola

2565
0

Il Mercatino di Natale, l’originale appuntamento che da ben 17 anni viene allestito dalla Pro Loco Vallata di Piedimonte Matese nella giornata dell’8 dicembre, ha visto quest’anno la partecipazione dell’Istituto comprensivo Nicola Ventriglia. La Scuola – che proprio in questa zona del Rione Vallata ha la sua sede storica, rappresentandone il fulcro insieme alla Chiesa parrocchiale – ha aperto al pubblico diversi locali della struttura, recentemente recuperati dopo anni di lavori: un turbine di sensazioni, note antiche e colori, profumi e luci, che ha accolto i visitatori in un’atmosfera magica, capace di coinvolgere ed emozionare tutti.

Seguendo la volontà del Dirigente, Prof. Diamante Marotta, tutti coloro che nella giornata di venerdi scorso, di passaggio su via A.S. Coppola, hanno effettuato una piacevole sortita all’interno dell’Istituto, hanno ammirato anzitutto la mostra di presepi artigianali e le preziose opere artigianali del Prof. Marcellino Angelillo di Alife e del Prof. Luigi Ciaramella di Piana di Monte Verna.

In aggiunta, i ragazzi della scuola secondaria di 1° grado si sono esibiti in uno scelto repertorio di musica d’orchestra e brani natalizi, confermando ancora una volta quella punta di eccellenza che da sempre è l’indirizzo musicale della Ventriglia.

Inizialmente non previsto, ma assai ben riuscito e gradito, è stato il punto informatico allestito dal Prof. Emilio De Biasi, docente di tecnologia, grazie alla cui disponibilità si è potuto avere accesso all’aula 3.0 ed approcciare al Coding, ovvero la stesura di un programma rappresentato da sequenze di istruzioni che, eseguite da un calcolatore, danno vita alla maggior parte delle attività digitali di cui ci serviamo ogni giorno.

Infine, venendo incontro ai più piccini, Babbo Natale in persona ha raccolto personalmente le letterine e regalato caramelle.

Inutile sottolineare la partecipazione, attiva ed entusiasta, dei cittadini piedimontesi e dei centri limitrofi, che imbattendosi una serie di piacevoli sorprese, hanno potuto constatare come l’intento dell’Istituto, ossia di rafforzare il rapporto con le famiglie e con il territorio e partecipare attivamente alla vita del rione, sia felicemente riuscito. Attraverso le chiavi strategiche della passione e del calore, tanto da parte delle docenti quanto degli alunni, il loro saper organizzare ma soprattutto il loro saper ricevere – alla stregua di moderni party planner – non è affatto passato inosservato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.