Home Scuola Scuole del Matese, in arrivo 2,6 mln dalla Provincia di Caserta

Scuole del Matese, in arrivo 2,6 mln dalla Provincia di Caserta

La Provincia di Caserta ha stanziato 2,6 milioni di euro per i lavori di adeguamento sismico e consolidamento strutturale dell'Istituto Agrario "Angelo Scorciarini Coppola" di Piedimonte Matese

1448
0

Più di 2 milioni e mezzo di euro è la cifra che la Provincia di Caserta ha destinato all’Istituto Agrario “Angelo Scorciarini Coppola” di Piedimonte Matese. A comunicarlo è Giorgio Magliocca, presidente dell’Ente provinciale, il quale precisa che questa decisione è “segno che alla sicurezza degli istituti scolastici ci crediamo davvero”.
Il presidente Magliocca ha già fatto visita, nel novembre scorso, all’Istituto piedimontese, pezzo importante della storia della città, verificando di persona lo stato effettivo della scuola e le condizioni in cui gli studenti sono costretti a seguire le lezioni da quando l’Agrario è stato chiuso a causa del terremoto del 2013.

La Scuola piedimontese verrà sottoposta a lavori di consolidamento strutturale e adeguamento sismico, per i quali sono stati stanziati ben 2,6 milioni di euro, iniziativa che rientra nel progetto provinciale relativo alle scuole superiori di tutta la provicnia.
“Al primo posto della nostra azione ci sforziamo di mettere l’attenzione e le risposte concrete alle istanze della comunità scolastica del territorio”, prosegue Magliocca, “e farlo in un momento in cui la congiuntura economico-finanziaria non è delle migliori è davvero per noi un punto di orgoglio”.

Gli interventi pensati dalla Provincia troveranno presto risposte concrete, fa sapere il presidente Magliocca, dopo aver ottenuto tutte le certificazioni richieste. Tutto ciò non sarebbe possibile, tuttavia, senza “i lavori per l’ottenimento dei certificati prevenzione incendi da parte dei Vigili del Fuoco, sinonimo di sensibilità verso le tematiche della sicurezza, al pari dei numerosi progetti per il bando del Miur, che prevedono interventi tecnici per l’ammodernamento delle strutture scolastiche provinciali”.
Più azione e meno parole, “perché in gioco c’è la salute dei nostri studenti e non un semplice taglio di nastro”, suggerisce Magliocca, anticipando che dalla Provincia verranno presentati “ulteriori progetti per il nuovo bando del Miur sull’adeguamento sismico“, mirando sempre a garantire agli studenti il massimo della sicurezza.

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.