Home Chiesa e Diocesi Raviscanina. La comunità sfoglia il Libro del Sinodo

Raviscanina. La comunità sfoglia il Libro del Sinodo

La parrocchia Santa Croce di Raviscanina si confronta con i contenuti del Libro del Sinodo

2714
0

Mariagrazia Nassa – Domenica 11 novembre, la parrocchia Santa Croce di Raviscanina ha vissuto un bel momento di Chiesa sinodale, in ascolto e in azione.
L’Assemblea parrocchiale, convocata ad inizio anno pastorale per programmare le diverse attività, ha offerto un’occasione favorevole anche per riprendere in mano il frutto del lavoro del Sinodo che la Diocesi di Alife – Caiazzo ha celebrato lo scorso anno.
Invitata a partecipare tutta la comunità, oltre a tutti gli operatori pastorali, i comitati, i membri del Consiglio pastorale e di quello per gli affari economici. La presenza dei ragazzi del Catecumenato crismale ha arricchito l’Assemblea.
L’Assemblea è iniziata con l’intronizzazione della Parola di Dio che è il centro del nostro annuncio. Nella prima parte il parroco ha presentato i punti salienti delle norme sinodali, soffermandosi principalmente sui primi tre capitoli (Il Servizio della Parola, Le celebrazioni dei Misteri della Salvezza, Gli organismi di partecipazione ecclesiale) e sul quinto relativo alla gestione dei beni e delle risorse della comunità.

A questo primo momento è seguita la discussione e la riflessione nei vari gruppi, ciascuno sotto la guida del proprio referente del Consiglio pastorale.
Un lavoro che non è terminato con l’Assemblea. La comunità parrocchiale, alla stregua di ogni buona famiglia, deve condividere le esperienze, le scelte da effettuare insieme, il cammino da seguire. Un cammino che deve prevedere diversi ritmi di marcia, sia di quelli che hanno una fede alimentata e ben allenata, sia dei tanti lontani, che invece necessitano di soste, ma anche di continue spinte motivazionali. Un cammino che però sa dove deve arrivare: incontrare e far incontrare l’uomo moderno, inquieto e disorientato, con Gesù, certezza e fortezza per ognuno.

I singoli gruppi definiranno un piccolo progetto pastorale, da condividere con il Consiglio pastorale e con quello per gli affari economici. L’incontro sarà anche l’occasione per poter riflettere sul quarto capitolo del Libro del Sinodo, che riguarda proprio gli organismi di partecipazione collegiale.
Le attività pastorali parrocchiali nel frattempo sono già iniziate, e il 25 novembre nella celebrazione delle 11.00 ci sarà il mandato a tutti gli operatori pastorali. Ma da questo momento di riflessione comunitaria nasceranno sicuramente slanci positivi e propositivi per essere Chiesa in uscita, rispondendo al continuo invito che Papa Francesco rivolge agli uomini di buona volontà.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.