Home Territorio Piedimonte Matese. Iniziato il countdown per la Cantata dei Pastori

Piedimonte Matese. Iniziato il countdown per la Cantata dei Pastori

Proseguono le prove della Compagnia teatrale dei “Tipi loschi” che sabato e domenica prossima, presso la Chiesa del Carmine, metteranno in scena la celeberrima opera teatrale napoletana della fine del ‘600

598
0
Foto di Marilina Marra

Domenica scorsa, a Piedimonte Matese, si è tenuto il primo assaggio de la Cantata dei pastori: in un Santuario di Ave Gratia Plena stipato di oltre 400 fedeli, convenuti da tutta la città per celebrare la Solennità dell’Epifania del Signore, la Compagnia teatrale dei Tipi loschi (costituitasi in seno al Circolo culturale giovanile Frassati ed abbracciante buona parte delle realtà associative parrocchiali) ha dato una piccola anticipazione di quella che sarà la rappresentazione vera e propria, di scena presso la Chiesa del Carmine del capoluogo matesino sabato e domenica prossima (12-13 gennaio) alle 20.00.

Foto di Luigi Rossi

L’opera in questione, redatta una prima volta nel tardo ‘600 da Andrea Perrucci (con lo pseudonimo di Ruggiero Casimiro Ugone), è un prezioso esempio del teatro religioso napoletano, più precisamente del teatro didattico dei padri gesuiti. Tale opera, diffusa ed arricchita nel corso dei secoli, gode da circa 40 anni di una lunga stagione di rilancio, grazie alla Compagnia teatrale di Peppe Barra, che ne ripropone ogni anno una versione spettacolare, in alcuni tra i più prestigiosi teatri di Napoli.

Invece, quello che sabato e domenica prossima verrà presentato dalla Compagnia piedimontese, sarà un adattamento il più possibile rispondente al testo originale, che si deve alla regia del Parroco di Vallata, don Emilio Salvatore, profondo cultore di Tradizione partenopea.

Sono originali anche le musiche, che verranno eseguite da Angela Faraone, Enzo Altieri, Aldo Amodeo, Elvio Lombardi, Giacinto Cirioli, Antonio Pascale ed Antonio Mannillo, coadiuvati dalla Schola cantorum parrocchiale.

I personaggi de la Cantata verranno interpretati da Francesco Lutri, Gino Palumbo, Alfonso Feola, Livio Di Buccio, Netta Antonucci, Pina Festa, Alessandro Dainese, Giacomo Cirioli, Michele Stellato, Gianluca Sorrentino, Roberto Di Buccio, Maria Carolina Marra, Ludovica Feola e Fabrizio Sabino. Il comparto costumi sarà affidato a Lucia Rossi mentre gli allestimenti scenici e le luci verranno curati da Raffaele Cappiello, Mario Rapa e Tonino Palumbo.

Foto di Luigi Rossi

Non si tratterà di una rappresentazione fuori tempo massimo, come potrebbe apparire: il realtà la Cantata dei pastori di Ave Gratia Plena, grazie alla sua natura didattica, è l’ideale per sottolineare la chiusura del Tempo liturgico del Natale, che quest’anno cade proprio nel prossimo fine settimana. Anche la scelta del luogo non è casuale: la Chiesa del Carmine, con la sua conformazione a pianta centrale permetterà un maggiore coinvolgimento del pubblico all’interno della rappresentazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here