Home Chiesa e Diocesi “La Gmg ti rivolta come un calzino e ti fa ritornare a...

“La Gmg ti rivolta come un calzino e ti fa ritornare a casa cambiato”, parola di Christian

La testimonianza sulle pagine di Avvenire, il quotidiano della Chiesa Cattolica Italiana a firma di Francesco Zanotti: "Ho visto sventolare il tricolore con il nome della vostra Diocesi... Li cercavo da giorni; poi finalmente li ho trovati tra la folla. Quando meno te l'aspetti...", il commento dell'amico giornalista

597
0

Sentirsi chiamare “Alife-Caiazzo!”, tra la folla dei 700mila di Panama, fa un certo effetto.
Grazie ad Avvenire che durante la Giornata Mondiale della Gioventù ha raccontato le storie dei protagonisti, dando voce ai sogni e alle speranze dei ragazzi presenti.
Questo ci fa sentire famiglia nella Chiesa. Grazia Biasi

L’adorazione eucaristica al primo giorno di GMG: da subito immersi nel clima di preghiera di questa esperienza

Francesco Zanotti* «La Gmg ti rivolta come un calzino e ti fa ritornare a casa cambiato». Lo dice Christian Fusco (nella foto in basso, con bandana e occhiali da sole, ndr) all’uscita dalla Messa di domenica scorsa tenutasi al Metro Park come atto conclusivo di Panama 2019. Il sole comincia a picchiare forte in questa estate al contrario che gli italiani hanno trovato oltre oceano, ma l’entusiasmo rimane inalterato per chi, come i quattro ragazzi giunti dalla diocesi di Alife-Caiazzo in Campania, sa di avere preso parte a un evento straordinario. Con Christian ci sono anche Fabio Marra, 28 anni, il 18enne Roberto di Buccio e Angelo de Simone, 20 anni. Sono tutti all’esordio Gmg e sono felicissimi. Fin qua li ha accompagnati don Paolo Vitale che non ha potuto partecipare all’atto conclusivo con papa Francesco.

«Si tratta di un’esperienza unica – aggiunge Christian – per gli incontri con tanti altri giovani che giungono da ogni parte del mondo. Qui si sperimenta l’unità nella Chiesa fatta di numerose diversità. Un evento straordinario che non può lasciare indifferenti e di fronte al quale uno si interroga, si mette in discussione e poi si accorge che la realtà non è più come prima».

Per coprire i costi del viaggio i giovani di Alife-Caiazzo sono stati aiutati dalla diocesi e in particolare dal vescovo che, dicono insieme, «vogliamo ringraziare per averci sostenuto per il 50 per cento. Ora comunque siamo già pronti per Lisbona e Fatima. Sarà un’altra Gmg nel segno di Maria ». Per il 2022 le iscrizioni sono già iniziate.

*Direttore Corriere Cesenate, per Avvenire
Fonte Avvenire, 29 gennaio 2019

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here