Home Chiesa e Diocesi Alvignano. Al Borgo San Mauro risuona il dolore della Passione di Cristo

Alvignano. Al Borgo San Mauro risuona il dolore della Passione di Cristo

Dalla sinergia tra Associazioni e Parrocchie un momento di forte preghiera e raccogliemento rievocando gli ultimi istanti della vita di Cristo. Domenica scorsa la rappresentazione nell'antico borgo cittadino

587
0

Tutta la via crucis di Gesù, dall’ultima cena fino al golgota, e poi in silenzio – come in quelle terribili ore dopo la morte – fino al sepolcro. Rievocazione della passione di Cristo ad Alvignano, vissuta con gran raccoglimento e partecipazione, dove a prevalere su tutti è stata la preghiera e le meditazioni che hanno accompagnato le scene degli ultimi istanti della vita di Cristo…
A far da scenario alla passione, il borgo di San Mauro e le pietre antiche che lo caratterizzano, poi a rendere tutto così vero, la cura dei dettagli, degli abiti, il riecheggiare dei vangeli, il suono stridente delle catene che hanno unito e condotto gesù e i due ladroni verso la croce: suono di ferri pesanti che solo ha rotto il silenzio calato sui presenti, circa 200 tra figuranti e partecipanti.
Successo garantito dalla collaborazione di alcune associazioni che in già in diverse occasioni hanno dato prova di ottima collaborazione e risposte alle attese dei compaesani: con il patrocinio del Comune di Alvignano, hanno lavorato insieme l’Associazione Borgo San Mauro, la Pro Loco Alvignanese, l’AssociazioneRATA, l’Azione Cattolica, e numerosi collaboratori delle parrocchie San SebastianoSan NicolaSS. Pietro e Paolo, Santa Maria del Carmine in sinergia con il parroco, don Alessandro Occhibove e Don Francesco Vangeli.

Sono i momenti in cui, ad Alvignano, come in altri centri che aprono in questo modo la settimana santa, le comunità sperimentano un modo diverso di stare insieme, fatto di lavoro, considivisione, confronto benedetti dalla preghiera finale che chiude simbolicamente un piccolo percorso di fede condiviso.

Dopo la scena della crocifissione, nella parte più alta di Borgo San Mauro, luogo pensato per il sepolcro è stata l’antica Cappella di Santa Maria della Natività dove i partecipanti sono entrati in silenzio e pregato, rievocando quel cammino lento e silenzioso che i pellegrini compiono da secoli e tutt’oggi, visitando il sepolcro di Cristo a Gerusalemme, uscendo con la certezza delle Resurrezione nel cuore.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here