Home Eventi A che punto sono i diritti dei “nostri” disabili? Se ne parla...

A che punto sono i diritti dei “nostri” disabili? Se ne parla con il gruppo In Progress a Piedimonte Matese

Politiche sociali e Disabilità il nuovo appuntamento fissato per giovedì 30 maggio alle 18.00 presso la Biblioteca comunale di Piedimonte Matese. Il dibattito pubblico più e meglio di un confronto social

1001
0

Favorire l’informazione, la comunicazione, la discussione pubblica.
Nasce per questo motivo la seconda iniziativa del gruppo In Progress. Dopo l’evento di dicembre sulla politica di Aldo Moro a 40 anni dalla sua tragica morte, questa volta il dibattito tocca il mondo della disabilità.
Si chiama infatti Politiche sociali e Disabilità il nuovo appuntamento fissato per giovedì 30 maggio alle 18.00 presso la Biblioteca comunale di Piedimonte Matese.

Parlarne sui social non basta. Parlarne a distanza non consente il vero confronto. Parlarne “virtuale” non corrisponde a pesare la realtà delle cose.
Da qui nasce la volontà del Gruppo di questo nuovo incontro pubblico in cui si spera possano inserirsi, con la riflessione personale, non solo i cittadini ma anche i rappresentati politici locali, perchè “disabilità” è di tutti, delle famiglie che la vivono e di quanti sono chiamati a tutelare i diritti delle categorie sociali più fragili.

A coordinare il confronto ci saranno il professore Costantino Leuci, docente di Storia e Filosofia presso il Liceo Statale G. Galilei di Piedimonte Matese, nelle vesti di moderatore; poi Daniele Romano, presidente Fish  Campania (Federazione Italiana Superamento Handicapp); Marianna Macera, garante per i diritti dei disabili per la Città di Piedimonte Matese; Giampiero Griffo, coordinatore dell’Osservatorio nazionale sulla condizione delle persone con disabilità.
A che punto sono i diritti dei “nostri” disabili? Come si muovono le politiche nazionali e locali? A che punto abbiamo lasciato le mancate erogazioni di fondi regionali alle famiglie con gravi disabilità dell’Ambito sociale C4?
Se ne parlerà in questa occasione dando voce a chi è impegnato nel settore e a chi vorrà intervenire.

Non si è comunità senza la condivisione, senza la responsabilità delle parole dette e degli impegni assunti e dei risultati costruiti insieme. Il gruppo In Progress nato a Piedimonte Matese meno di un anno fa, intende percorrere questa strada, ma non da solo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.