Home Territorio Dal Matese a Milano, il “made in” punta agli spazi espositivi di...

Dal Matese a Milano, il “made in” punta agli spazi espositivi di Piazza Fontana, nel cuore del capoluogo lombardo

Destinazione Campania è lo spazio espositivo di 500mq che la Regione Campania mette a disposizione di imprenditori, produttori e artigiani con la possibilità di promuovere il meglio della nostra Regione e di tutte le sue aree

2128
0
L’assessore Palmeri e il presidente Lurgi con alcuni tra i partecipanti al confronto di sabato 29 giugno 2019

Si accorciano le distanze tra il Matese e Milano, capitale della moda, del design, capitale del lusso, riferimento di modello industriale e sviluppo, e ormai a pieno titolo capitale del cibo, o come gli esperti la definiscono, “capitale del foody” cioè del cibo che fa tendenza.

Ed è in questo contesto promozionale del prodotto made in Italy che si colloca la Campania, scegliendo quale vetrina delle eccellenze artigianali, alimentari, artistiche e industriali un’elegante location espositiva in Piazza Fontana, denominata Spazio Campania, inaugurata dal presidente della Regione Vincenzo De Luca in partenariato con Unioncamere Campania lo scorso febbraio (leggi qui).

Cinquecento metri quadri in pieno centro – un tempo sede della Banca Nazionale dell’Agricoltura, oggi crocevia di imprenditori e turisti – che si preparano ad accogliere anche le eccellenze del Matese. Progetto ambizioso che vanta tuttavia buoni requisiti perchè diventi un impegno di fatto.
L’idea lanciata al territorio altocasertano dall’assessore regionale al Lavoro e Risorse Umane, Sonia Palmeri, è stata presentata sabato mattina al Cotton Movie di Piedimonte Matese, attraverso l’esperienza manageriale di Rete Destinazione Sud (parte del più grande progetto South Italy), corsia privilegiata di accesso alla vetrina milanese.
In questa circostanza – presenti diversi produttori locali – il presidente della Rete Michelangelo Lurgi ha descritto l’anima di un progetto che grazie alla lungimiranza di imprenditori meridionali e a finanziamenti privati, ha dato vita ad un prodotto turistico che punta esclusivamente sulle ricchezze del territorio: promozione del Sud e attrattiva turistica fanno leva sulla Storia e sulle storie dei luoghi, sulla narrazione delle radici e delle idee innovative messe in campo da chi, sul posto, riesce a fare piccola e media impresa in un’ottica di riqualificazione dei territori in cui si vive.

Da qui l’idea di specifiche “Destinazioni” (quelle attive e operative sono Destinazione Salerno, Destinazine Cilento, Destinazione Sele Tanagiro-Vallo di Diano; quelle in fase di costituzione sono), ossia pianificazioni di servizi e progetti turistici pensando di far nascere a stretto giro anche “Destinazione Matese”.

Si tratta di una importante vetrina per le nostre realtà, per farle conoscere e partecipare ad una rete di opportunità”, le parole dell’Assessore Palmeri. “Grazie a Rete Destinazione Sud ed al suo Presidente Michelangelo Lurgi che ha accettato il mio invito e che potrebbe realizzare a Milano un sogno: creare “Destinazione Matese”, ossia veicolare le unicità di un vasto territorio che abbraccia molti comuni e migliaia di piccoli imprenditori che stentano a sopravvivere”.
Da parte di Lurgi l’invito a crescere e far maturare competenze tali da non temere il confronto del mercato, contando sulla possibilità di investimenti messi a disposizione da Camera di Commercio, Regione Campania e dal sostegno di Rete Destinazione Sud: strade che fanno sentire meno soli, strade che consentono anche una direzione di “ritorno”. Ha parlato di “rete, innovazione, digitalizzazione e commercializzazione” fondate sulla capacità di cogliere il vantaggio delle “Destinazioni”, sul valore sinergico di pubblico-priva, e sulla ruolo di acceleratore che spesso spetta alla politica come in questo caso accade per la Regione Campania.

Al Cotton la parola agli imprenditori locali (per raccontare di cipolla alifana, birra artigianale, alga spirulina, latte, formaggio, carne; taralli, olio, salumi pregiati, ma anche per manifestazioni artistiche di modello a cui ispirarsi come il Carnevale di Villa Literno, non senza le storie che sussistono dietro ad ogni progetto), e poi a Luca Pietrluongo per Confartigianato Caserta promotore delle possibilità economiche messe in campo per l’imprenduitoria locale.
Dal presidente del Parco Regionale del Matese, Vincenzo Girfatti, il caldo invito a tenere altta l’attenzione su Destinazione Campania a Milano, definita una “vetrina storica, un’occasione mai realizzata in passato…”.
Presente Gianluigi Santillo, in rappresentanza della Provincia di Caserta; il Sindaco di Piedimonte Luigi Di Lorenzo con i consiglieri Marcella Spinosa e Devid Raucci; Bruno Pagliaro per l’associazione Kronos (anch’essa di promozione territoriale) che ha coordinato gli interventi in sala.

Settembre, ottobre e novembre, tre mesi e altrettanti pacchetti di appuntamenti in cui dare spazio alle “Destinazioni” campane e alle storie che si celano dietro ogni idea di produzione, commercio e turismo.
Vetrine che per molti imprenditori locali potrebbero fare da megafono ma in particolare immetterli in una rete di largo sostegno in cui portare la propria originalità, la competenza, e un sogne da da futuro diventi presente.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.