Home Scuola Liceo Galilei. Un giorno in Senato, visita ai luoghi simbolo della Repubblica...

Liceo Galilei. Un giorno in Senato, visita ai luoghi simbolo della Repubblica italiana

Gli alunni della III ES indirizzo economico-sociale si sono recati a Palazzo Madama, dove si sono confrontati con i parlamentari su questioni di attualità politica, giuridica e sociale

2398
0

Armando Pepe – Un passo avanti alla scoperta delle Istituzioni italiane, ricercando una disintermediazione che faciliti il contatto diretto con i gangli vitali dello Stato, questo l’obiettivo del Liceo “G. Galilei” di Piedimonte Matese, guidato dalla professoressa Bernarda De Girolamo.
Cogliendo la disponibilità offerta dal Senato della Repubblica di partecipare ad un incontro, denominato per l’appunto “Un giorno in Senato” e tenutosi in Roma a Palazzo Madama lunedì 16 dicembre, gli alunni della classe III ES sezione economico- sociale, coordinati dalla professoressa Elisabetta Ciarleglio, in un accattivante gioco di ruolo si sono cimentati nei panni di tanti giovani legislatori.

In una sorta di question time, fatto di ritmi serrati e domande cogenti, i liceali piedimontesi hanno mostrato una maturità non comune se solo si considerano i temi trattati. Ad esempio, l’alunna Mimma Di Mundo, in riferimento all’Articolo 2 della Costituzione e allo specifico riconoscimento dei diritti inviolabili dell’uomo, ha sottoposto ai parlamentari “il caso” della senatrice a vita Liliana Segre. L’alunna Gilda Conte invece, in merito al tema della “giustizia giusta“, ha sottolineato l’estrema lunghezza dei tempi processuali in Italia, dato che la certezza del Diritto dovrebbe prevedere per prima cosa la celerità della risposta giudiziaria. Vittoria Argentino ha posto l’accento su un tema molto sentito, quello del fine vita, che ancora oggi crea divisione nei punti di vista, ma sul quale necessariamente ci si dovrà ancora confrontare, tenuto conto delle diverse sensibilità. Martina Spinosa ha evidenziato l’incolmabile divario tra Nord e Sud d’Italia, in questi anni oggetto di studio dell’economista Emanuele Felice, concludendo con la domanda: “In che modo si possono superare queste differenze?“.

Le domande in totale sono state ben sedici, tutte hanno avuto una risposta, dalla più bonaria alla più provocatoria, come quella di Roberto Fusco: “Per quale motivo si sta sempre più perdendo la fiducia nel voto?“. Oltre al dibattito, gli alunni hanno presentato un virtuale disegno di Legge dal titolo Disposizioni per l’introduzione dell’insegnamento del Diritto come materia curriculare nei Licei.

La trasferta romana, con un programma molto intenso, è stata scandita da diversi focus, atti a illustrare la vita quotidiana del Senato: il funzionamento dei lavori d’Aula e delle commissioni parlamentari, la visita alla famosa e nutritissima Biblioteca e all’Archivio storico, la spiegazione di come si formula il resoconto stenografico.
Orgoglio e soddisfazione da parte della preside De Girolamo, sentimenti legati alla consapevolezza dell’importanza che questa visita-premio ha rivestito per i suoi alunni, i quali hanno avuto l’onore di conoscere da vicino luoghi prestigiosi, simboli della Repubblica, come la Sala della Costituzione, la Sala degli Specchi, il Salottino Rosso.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.