Home Sport Alife, Club Napoli, esempio di sportività. Per la Coppa Italia nessuna festa...

Alife, Club Napoli, esempio di sportività. Per la Coppa Italia nessuna festa ma un ricordo per le vittime del Covid19

Una decisione che guadagna il plauso degli storici avversari sportivi juventini

641
0

Lo sport al tempo del Covid ha portato anch’esso divisioni, polemiche, confronti…
Ad occupare la scena, di sicuro l’Italia del pallone, ma a subire le restrizioni delle misure anticontagio sono stati davvero tutti: le due ruote, i motori, il nuoto, l’atletica solo per citare i più noti e sponsorizzati settori.
Il mondo del calcio ha fatto la voce grossa: parliamo del comparto “più seguito” in Italia e quello il maggiore mercato.
In questa cornice di attese, di tensioni fino al fischio di un nuovo inizio cui abbiamo assistito due settimane fa, si colloca una scelta, quella del Club Napoli Alife “Giuseppe Bruscolotti”.

La raccontiamo perché ha il sapore di un momento saggio, di una decisione importante e “ufficiale” che in un piccolo contesto urbano vuole significare una voce forte, con il plauso del Club juventino locale.
La Coppa Italia che la squadra partenopea di Rino Gattuso ha conquistato allo stadio Olimpico di Roma battendo la Juventus ai rigori, ad Alife non è stata festeggiata con clacson e trombe in strada, ma semplicemente plaudendo al risultato davanti alla tv nella sede del Club.
Il presidente Roberto Frattolillo, in una nota scritta, a nome di tutti i membri del Club ha spiegato il motivo: nessuna festa per rispetto delle Vittime del Covid19, per rispetto delle tante persone rimaste senza lavoro, “per le imprese piccole o grandi che hanno subito danni economici”.
Per festeggiare ci sarà tempo, sperando e confidando nei prossimi positivi risultati del Club partenopeo.
Sono notizie che non fanno la “prima pagina” ma che fanno bene, che portano un segno di civiltà e rispetto, e dimostrano che la sportività è anche fare un passo indietro.
Di soli due giorni fa, sempre da locale Club, la soddisfazione perché i festeggiamenti (finiti sotto polemica) che quella stessa sera la Città di Napoli ha tributato alla sua squadra, a distanza di due settimane non ha portato il contagio che si temeva.
Sportivi anche in questo pensiero gli sportivi alifani.
Dal Club Juve di Alife, la squadra degli sconfitti e della storica competizione, di cui è presidente Rosario Comunale, il “grazie per il grande esempio dato dagli amici napoletani per aver fatto una scelta coraggiosa, che spesso ad un tifoso costa davvero tanto sacrificio”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.