Home Attualità Campania / Regionali 2020. Il Parco del Matese in attesa di “buona...

Campania / Regionali 2020. Il Parco del Matese in attesa di “buona politica”. L’appello della Consulta delle Associazioni

Lettera aperta ai candidati e la richiesta di un confronto pubblico: la Consulta del Matese che raccoglie ben 70 associazioni punta ad una politica seria e concreta diversa da quella condotta fino ad oggi

827
0

La consulta del Matese, associazione che ne raccoglie 70 tra quelle del versante campano e molisano della dorsale appenninica, fa appello ai candidati alle prossime elezioni regionali chiedendo un atto di responsabilità rispetto ad una seria e concreta costituzione del Parco Nazionale del Matese, ad oggi ancora sospesa anche a fronte delle richieste del ministro per l’ambiente Sergio Costa alla Regione Campania.

Nonostante la Legge 205 del 27 dicembre 2017 abbia istituito il Parco Nazionale, sono gli adempimenti regionali mancanti a rallentarne il concreto processo di realizzazione.

Manca la perimetrazione e la zonizzazione di un territorio che non si arriva a definire tanto da poter “vedere” concretamente il Parco e il suo futuro: rallentamenti che ad oggi equivalgono anche ad un impoverimento di risorse per il territorio e per il suo sviluppo (sono stati persi i finanziamenti per le annualità 2018 e 2019).

Un Parco che non è solo ‘turismo’ e pacchetti di offerte per il divertimento (perché talvolta passa questa riduttiva immagine) necessita di identità e di strategie per la vita dei suoi abitanti e di chi in esso vi lavora, di chi vi svolge e continuerà a svolgervi attività produttive o culturali… e in particolare necessita di regole che ne rispettino e tutelino la biodiversità, definita nella Legge del Governo italiano, di rarità e valore unici. Si tratta della comune vita dei cittadini quella che si mette oggi sul tavolo della politica ma questa volta in un quadro più di più complessa e nuova visione del futuro considerando che una Legge dello Stato è stata frenata per le lentezze burocratiche e professionali che la Consulta chiama in causa.

“Per questa ragione – si legge nella nota diffusa (scarica) – la Consulta del Matese, organizzazione costituita da più di 70 Associazioni del territorio del Matese, ritiene assolutamente necessario che siano chiare le intenzioni della futura politica regionale campana, a partire dai candidati alle prossime elezioni, in merito alla costituzione del Parco Nazionale, aldilà di illusorie promesse elargite nel periodo preelettorale”.

Con una lettera aperta, la Consulta si rivolge ai candidati chiedendo cosa intendono concretamente fare una volta eletti, oltre che chiedere un confronto pubblico già prima del voto del 20 e 21 settembre.

Non ci si attende promesse o rimpalli di accuse politiche ma proposte serie e qualificate sulla scorta degli effettivi impegni e propositi che i candidati vorranno chiarire al territorio, in nome – come la Consulta ha definito – della “buona politica” per il Parco del Matese.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.