Home Chiesa e Diocesi Covid19 / VIDEO. Ai medici, agli infermieri e ai sanitari, “grazie di...

Covid19 / VIDEO. Ai medici, agli infermieri e ai sanitari, “grazie di esserci”. Il messaggio del vescovo Orazio Francesco Piazza

Mons. Orazio Francesco Piazza rivolge un pensiero speciale e dovuto ai medici, agli infermieri e al personale sanitario, impegnati in prima linea nell'emergenza Covid

1304
0

Giovanna Corsale – Di fronte a “una curva epidemica che crescendo sempre più”, anche in provincia di Caserta, dove nella giornata di ieri, 28 ottobre, sono state “430 le nuove positività”, il vescovo mons. Orazio Francesco Piazza, continua a esprimere parole di vicinanza e sostegno. Nel quadro emergenziale che va complicandosi, determinando stati d’animo di preoccupazione e ansia, il Vescovo si rivolge in particolare ai medici, agli infermieri e a tutti gli operatori sanitari, incessantemente impegnati nel gestire una situazione così difficile.

“In questo momento così delicato, in cui venite messi veramente a dura prova, molto spesso si crea tanta confusione ed è facile cadere nello scoramento. Siete persone impegnate in prima linea e siete chiamati a dare il meglio di voi soprattutto in questo momento: non vi dovete scoraggiare, io vi accompagno con la mia preghiera, il mio sostegno, l’impegno a sensibilizzare quanto più possibile i sacerdoti, le persone e le comunità”. L’invito del Pastore è quello di “resistere” e mantenere “l’impegno con la massima dedizione e fate sapere le vostre necessità perché tutte le comunità debbono conoscere che cosa significa impegnarsi sul fronte medico in questi momenti così drammatici e difficili“, perché proprio coloro che operano negli ospedali e nelle strutture sanitarie e assistenziali “i primi a subire le più grandi difficoltà, voi che siete chiamati a rispondere e a dare speranza, dovete avere tanta speranza nel cuore”.

Testimoni di qualità“, medici, infermieri e sanitari non smettono di mostrarsi generosi, lavorando con un carico di responsabilità maggiore e un impegno che “si va a centuplicare” – prosegue il Vescovo – esortandoli a non scoraggiarsi, “perché spero vi arrivi questa nostra presenza con l’affetto del Signore deve entrare nel vostro cuore”.
Ugualmente prezioso è il contributo di personale infermieristico, sanitario e parasanitario, che mons. Piazza definisce “mura portanti di un edificio a cui si affida la salute di tutti“, la cui opera è per loro foriera di “valore e onore”. A loro un pensiero speciale, perché siete quotidianamente e costantemente, giorno e notte, impegnati nel contatto diretto e vivo con le persone ammalate”, alle quali va “quello sguardo di speranza che non deve mai scomparire dal vostro volto, anche se siete stremati, stanchi, sovraccarichi di lavoro, date anche un sorriso”.

A queste “pietre vive di quelle mura portanti a cui si affida la salute di tutti” giunge la preghiera del Vescovo, di sacerdoti e religiosi per “chiedere la protezione della vostra salute” e il grazie “a nome di tutto un territorio che, inevitabilmente, si trova in questo momento a vivere forse l’ora più buia della propria esperienza”.
E nello sforzo di queste persone si riflette “la presenza provvidenziale del Signore“, che dà a ciascuno la certezza di non essere mai solo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.