Home Fatti di versi Fatti diVersi. In fuga verso nuove ‘frontiere’, ma in cerca di cosa?

Fatti diVersi. In fuga verso nuove ‘frontiere’, ma in cerca di cosa?

367
0

Giovanna Corsale – Sono sempre più gli Italiani che lasciano il Paese per raggiungere altre mete. Questa è una dinamica che interessa soprattutto i giovani, anche se ad emigrare non sono solo i “cervelli in fuga”, come individua il Rapporto Italiani nel mondo 2020 stilato da Fondazione Migrantes. Ma quali sono le cause di tale mobilità? (Leggi per approfondire)

Fatti…
Nell’arco di 15 anni gli italiani nel mondo sono aumentati del 76,6%, raggiungendo la cifra di 5,5 milioni di persone. Ad affermarlo il Report di Migrantes, presentato lo scorso 27 ottobre, in cui viene precisato che nel solo 2009 hanno lasciato l’Italia ben 131.000 italiani. E non sono solo “cervelli in fuga”, poiché la crescita maggiore è stata tra i diplomati disposti a cercare qualsiasi lavoro. Nel Rapporto viene sottolineato che all’estero aumentano donne e giovani, nel 2019 sono stati in 131 mila a lasciare l’Italia verso 186 Paesi, vi sono nuove ‘frontiere’ (Malta, Portogallo, Irlanda, Norvegia e Finlandia), in Europa vivono 3 milioni di Italiani.

…diVersi

«Tu, figlio dell’uomo, fa’ il tuo bagaglio da deportato e, di giorno davanti ai loro occhi, prepàrati a emigrare; emigrerai dal luogo dove stai verso un altro luogo, davanti ai loro occhi: forse comprenderanno che sono una genìa di ribelli.» (Ez 12, 3)

Cosa ci spinge a lasciare la nostra terra? Ma soprattutto, che cosa ci aspettiamo di trovare? Se una persona, magari giovane, decide di “emigrare dal luogo” che lo ha visto nascere e lo ha accolto fino al momento di quella decisione, è il suo sentirsi fuori posto, inadeguato, incompiuto. E forse proprio questo stato d’animo oscura il suo cuore quando si affretta a preparare il bagaglio e chiudere la porta di quella fase della sua vita: è la nostalgia del certo tremante di fronte all’incertezza dei giorni che verranno, delle esperienze che gli capiteranno. Eppure, prima di chiudere quella porta, dovrebbe chiedersi se l’esilio non l’abbia già vissuto in casa propria e magari la sua chance inizia proprio con l’ultimo scatto delle chiavi nella serratura…

Fatti diVersi. “Dare” al prossimo, come gli scribi e i farisei o come la vedova?

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.