Home Attualità Il progetto “Love Matese” naviga verso il Ministero per il Sud e...

Il progetto “Love Matese” naviga verso il Ministero per il Sud e la Coesione territoriale. I risultati che nascono dal basso

L'associazione Love Matese che si occupa di promozione del territorio lavora da alcune settimane in Officina SNAI Rete Giovani delle Aree Interne (AI), uno spazio di confronto nato dal Governo italiano che raccoglierà proposte di sviluppo per le aree come quella matesina

661
0

Il Matese si promuove ai tavoli che contano, negli spazi delle decisioni di Governo perché del nostro appennino sia riconosciuto con ogni ufficialità, il valore e la serietà dei progetti che intendono promuoverlo.

Dopo averlo conosciuto, il Matese, riscoperto, pesato in tutte le sue potenzialità e nei limiti, l’associazione Love Matese, con Claudia Orsino e Angelo Rotunno, che da circa 10 anni stabilmente si fa presente con proposte di animazione del territorio e sensibilizzazione ad amarlo, lo ha portato negli incontri dell’Officina SNAI Rete Giovani delle Aree Interne (AI), uno spazio di confronto, interazione e dialogo tra giovani ed esperti finalizzato a costruire proposte di policy da sottoporre all’attenzione al Comitato Tecnico Nazionale Aree Interne e al Ministro per il Sud e la Coesione Territoriale On. Mara Carfagna.

E questa sera alle 19.00, presso il ristorante “Vecchio Mulino” di Prata Sannita (CE) si parlerà di tutto questo al tavolo tematico Aree interne: conoscere e progettare buone pratiche che vedrà protagonisti nomi coinvolti nel progetto Officina SNAI. Interverranno Alfredo Di Giovampaolo, giornalista RAI e conduttore di “Cammina Italia”; Giulia Sonzogno dottoranda in Urban Studies e Regional Science presso il Gran Sasso Science Institute e referente per il Comitato Officina giovani Aree interne; Filippo Tantillo, ricercatore territorialista, esperto di politiche del lavoro e dello sviluppo, anch’egli con ruoli di responsabilità in Officina SNAI. Modererà l’incontro e poi il dibattito Costantino Leuci, docente di Storia e Filosofia.

Si tratta di uno dei tre eventi programmati da Love Matese nell’ambito di un più fitto cartellone che Officina SNAI sta promuovendo in tutta Italia (nel nostro casi inseriti nella programmazione di un locale POC promosso dai comuni di Prata Sannita, Ailano, Capriati a Volturno).
Prossimo appuntamento sempre a firma Love Matese è il 31 luglio con Architetture storiche e aree interne… Tra passato, presente e futuro (Vecchio Mulino, Prata Sannita, ore 19.30) a cura dell’archeologa Alessia Frisetti; ultima tappa matesina per Officina SNAI sarà il 1 agosto con la mostra fotografica “Matese” di Natalino Russo (Vecchio Mulino, Prata Sannita, ore 19.30).

A confermare la scelta della qualificata proposta di Love Matese e dell’intento di parlare di progetti di rilancio del Matese con nuovi e motivati interlocutori culturali e politici è stata la partecipazione alla Borsa Mediterranea del Turismo a Napoli in cui l’Associazione con sede a Piedimonte Matese ha presentato insieme a Franco Pepe, artigiano della pizza, la proposta di un itinerario matesino che coniughi storia, arte, cultura, produzioni locali in un viaggio di ben 80 tappe (vai all’articolo).

Angelo Rotunno e Claudia Orsino

“Restare è possibile” è il motto diventato ormai esperienza per Claudia Orsino e Angelo Rotunno: la loro idea, libera da ogni “referenza” politica conferma che su questo appennino si può restare per lavorarci, per viverci con le proprie famiglie, per invitare altri a venire…
È un Matese da vivere così com’è senza sovrastrutture aggiunte che ne facciano una stazione turistica senza radici, ma da vivere per il solo valore dei suoi boschi e dei sentieri, delle sponde di un lago a portata di mano e degli spazi aperti delle vallate tutti da godere, degli antichi palazzi e dei giardini, della fruttuosa campagna, dei borghi e delle tradizioni che dal di dentro parlano e narrano e aggiungono valori alla vita, delle chiese e dell’arte che le fa preziose, della gente…

Love Matese promuove questa normalità e ci riesce bene.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.