Home Territorio Amministrative il 3 e 4 ottobre. Alle urne Piedimonte Matese, San Potito,...

Amministrative il 3 e 4 ottobre. Alle urne Piedimonte Matese, San Potito, Baia e Latina, Ruviano, Pontelatone

Sono 1.162 i comuni italiani interessati al voto e 142 quelli della Campania. Nell'area matesina occhi puntati su Piedimonte Matese, ente commissariato da un anno

1087
0

C’è il decreto del Viminale: chiamata alle urne il 3 e 4 ottobre per oltre 12 milioni di cittadini italiani per eleggere i sindaci di 1.162 comuni italiani. Eventuale turno di ballottaggio previso il 17 e 18 ottobre.

I comuni della Campania coinvolti in questa tornata elettorale saranno 142, di cui 33 per la provincia di Avellino, 20 per quella di Benevento; 18 i Comuni della Città metropolitana di Napoli; 40 quelli della provincia di Salerno; 31 i grandi e piccoli centri della provincia di Caserta.
Tra questi sono 5 quelli del nel territorio matesino e altocasertano: Piedimonte Matese e Pontelatone entrambi commissariati; San Potito Sannitico (sindaco uscente Francesco Imperadore; Baia e Latina (sindaco uscente Giuseppe Di Cerbo); Ruviano (sindaco uscente Roberto Cusano).

Una coda d’estate dedicata alla programmazione e alle coalizioni in cui avranno l’ultima parola i cittadini: sul piatto della bilancia finirà quello che i politici in corso hanno realizzato per il bene comune, per la crescita delle comunità, il modello che hanno rappresentato o quello che i nuovi candidati proporranno. Non sarà una sfida tra partiti (nei piccoli centri prevale ormai il modello della lista civica seppur non sono esclusi legami di singoli candidati con partiti o correnti) ma tra persone con proposte e idee convincenti, ma soprattutto con l’ambizione (e la fatica) di lavorare in squadra, di lavorare pulito, di servire il paese e il Paese, di educare alla legalità anche attraverso scelte impopolari, di crescere come comunità, di vivere ogni giorno una sana esperienza di diritti e doveri.
Perchè il modello di Politica è questo, non un altro.
Sarà faticoso per chi ci proverà ma a cui va ogni incoraggiamento a costruire il bene dei nostri piccoli centri, a suscitare fiducia nella politica…

comune-di-piedimonte-mateseOcchi puntati sul centro maggiore, Piedimonte Matese, alla continua ricerca di un ruolo socialmente e politicamente di rilievo sul territorio (una sorta di riconquista) a fronte delle fragilità degli ultimi anni emerse non da ultimo con la dichiarazione di dissesto finanziario, il difficile equilibrio tra gli amministratori, la sfiducia all’allora sindaco Luigi Di Lorenzo e il conseguente scioglimento del Consiglio comunale: sequenza di fatti e di inciampi che inevitabilmente ha toccato anche l’immagine della Città.

Un freno all’ordinario e allo straordinario che oggi pesa a partire da ciò che si vede: manutenzione e pulizia di strade e piazze, funzionamento della condotta idrica, ordine pubblico portano il segno meno; sulla questione economica persiste la fatica di rimettere in equilibrio le casse e le entrate; l’assenza di Piedimonte Matese dalla scena ha reso altrettanto deboli quelle azioni condivise tra più comuni di cui questo è l’Ente capofila.

Nei mesi scorsi prove di dialogo, di coalizioni, di formazioni politiche, accenni di programmi soprattutto da parte di Fratelli d’Italia, compagine politica maggiormente visibile in città negli ultimi mesi; si muove il Partito democratico locale non senza il peso di quelle rotture interne che ne avevano portato il commissariamento e le successive diatribe interne senza troppi slanci successivi.

Da entrambe le parti prove di dialogo con i colori più affini quindi tanto con la destra locale dei fedelissimi di Forza Italia tanto con il Movimento 5 Stelle. Non mancano tuttavia confronti trasversali da cui potrebbero venir fuori squadre con esperienze di varia provenienza (e non per forza con esperienza politico-amministrativa).

Ancora tutto da scrivere e da discutere.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.