Home Territorio Piedimonte Matese. Giudice di Pace al lavoro, mercoledì 1 settembre riprendono le...

Piedimonte Matese. Giudice di Pace al lavoro, mercoledì 1 settembre riprendono le udienze

Servizio attivo solo per le udienze. Restano sospesi le attività di Cancelleria. Ancora poco interesse da parte della politica locale responsabile del funzionamento e del futuro di questo fondamentale presidio di legalità

1113
0

Dopo la breve interruzione dei servizio dell’Ufficio del Giudice di Pace (1-4 agosto) e la temuta chiusura definitiva di un servizio fondamentale per i cittadini e gli avvocati dell’Alto Casertano, le attività sono riprese: “mercoledì 1 settembre 2021, il G.d.P. di Piedimonte Matese, Avv. Paolo Rapa, terrà regolarmente udienza, come da statino pubblicato sul sito del Tribunale di S. Maria C.V.”.
È quanto ha comunicato tramite facebook l’Avv. Mauro D’Isa, referente del Comitato mantenimento Giudice di Pace di Piedimonte Matese nato lo scorso dicembre quando mentre si facevano concreti i rischi della chiusura.

 Il precedente.  Dopo ripetute sollecitazioni da parte del Comitato agli Enti pubblici locali, per l’azione del sindaco di Ruviano Roberto Cusano che ha ricollocato un suo dipendente ai servizi territoriali del Giudice di Pace, la breve interruzione del servizio del G.d.P. avvenuta tra il 1 e il 4 agosto è stata temporaneamente scongiurata.
Nelle piccole circoscrizioni giudiziarie, come quella di Piedimonte Matese che fa capo al Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, solo il consorzio tra Enti locali e quindi la suddivisione delle spese può garantire simili servizi ai territori, quindi ai cittadini. Questa responsabilità, condivisa nei mesi passati tra pochi Comuni è franata allorquando lo stesso comune di Ruviano aveva dovuto richiamare in servizio presso il proprio Ente, il dipendente trasferito a Piedimonte Matese.
Un momento temuto da mesi, già dallo scorso dicembre quando per volontà di alcuni  avvocati matesini nasceva il Comitato preposto alla tutela di questo servizio con l’obiettivo di sollecitare e sensibilizzare Enti e politici ad una presa di coscienza: realizzare il bene comune, creare più comode possibilità di lavoro per gli avvocati del territorio, facilitare l’accesso alla giustizia ai cittadini e creare un generale clima di fiducia nelle istituzioni, questi i traguardi  per evitare che Piedimonte Matese e l’area matesina continuino a perdere servizi, efficienza, visibilità.
Ad oggi poco si è mosso in termini di interesse concreto: la presenza del dipendente del Comune di Ruviano garantirà solo le udienze, mentre restano sospesi tutti i servizi di cancelleria. 
È servito alzare la voce per risolvere temporaneamente il problema, ma non è bastato per mettere insieme un’idea e un progetto comune sul futuro del Giudice di Pace a Piedimonte Matese. Uno degli scogli resta il ruolo del Comune capofila del territorio quale Piedimonte Matese, attualmente commissariato, ma chiamato su più fronti a giocare un delicato ruolo di equilibrio e il primato di importanti decisioni in area matesina: una delle sfide che attende la prossima amministrazione comunale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.