Home Primo Piano Matese Plastic Free. Liberata la natura da 13mila chili di rifiuti. Il...

Matese Plastic Free. Liberata la natura da 13mila chili di rifiuti. Il 26 settembre appuntamento sul Lago

Cresce la rete Plastic Free nel territorio matesino. Domenica ad Alvignano 70 volontari hanno raccolto 110 sacchi tra plastica, multimateriale, vetro e 5 quintali di ingombranti. Presto anche Alife nella rete di collaborazione. Il Parco Regionale del Matese offre pieno sostegno alle attività e programma una nuova campagna "verde"

1102
0
La raccolta di domenica 12 settembre ad Alvignano

Plastic Free cresce nel Matese e si dà appuntamento per un evento senza precedenti il prossimo 26 settembre sulle sponde del Lago Matese.
L’associazione di carattere nazionale (vai al sito) nata il 29 luglio 2019 con l’obiettivo di informare e sensibilizzare sulla pericolosità della plastica (soprattutto quella monouso) punta a raccogliere quanti più rifiuti possibili e tentare di bonificare ogni angolo verde o urbano soffocati da plastica abbandonata: Lago Matese e i boschi limitrofi non sono esclusi da tale esperienza.

In tutta Italia e nel nostro territorio, ormai da mesi, si susseguono giornate dedicate a questo tipo di raccolta grazie al coinvolgimento dei residenti e in particolare di giovani e famiglie con bambini: segno che il crescente numero di plastiche nell’ambiente e il loro smaltimento preoccupa generando motivate reazioni e scelti capaci di rendere l’ambiente più sano, più sicuro, più pulito, più accogliente e vivibile oltre che bello da vedere.

Rifiuti nel bosco di Selvapiana

Solo ieri ad Alvignano i 70 volontari impegnati in più angoli del paese hanno raccolto 110 sacchi tra plastica, multimateriale, vetro e circa 5 quintali di ingombranti (il bosco di Selvapiana ha riservato amare sorprese). Complice il sole e lo spirito di aggregazione, la giornata è stata la risposta concreta ed entusiasta al “nero” disseminato un po’ ovunque.
Sono stati 8 fino ad ora gli eventi in altrettanti comuni del Matese che hanno visto un totale di 600 tra volontari e responsabili di zona al lavoro per la raccolta di 9mila kg di materiali recuperati (plastica, vetro, lattine, indifferenziato) opportunamente differenziati e 4mila kg di ingombranti (il protocollo d’intesa tra Plastic Free e i Comuni prevede da parte dei primi la differenziazione dei rifiuti e da parte dei secondi lo smaltimento con le ditte incaricate presso gli Enti comunali).

“Non è più possibile voltare lo sguardo dall’altra parte, ma serve agire, lavorare, e soprattutto sensibilizzare”, la parole di Angelo Massaro, referente Plastic Free per l’area del Matese. Se infatti le raccolte alleggeriscono la natura esse non bastano a garantire una maturata coscienza che sia rispettosa in pace con l’ambiente.
“La proposta di Plastic Free al momento – continua Massaro – include progetti specifici di sensibilizzazione negli ambienti scolastici e in contesti civici dove convegni, laboratori, riflessioni condivise possono aiutarci a comprendere la portata del problema causato dall’abbandono indiscriminato della plastica ma anche l’eccessivo erroneo utilizzo che ne facciamo. A tal proposito stiamo lavorando perché nei prossimi mesi siano concretizzate anche queste possibilità”.

Il fitto calendario di appuntamenti previsti in tutta Italia include anche quello del 26 settembre sul Matese (iscriviti) che diversamente dagli altri a cui abbiamo assistito fino ad ora nella nostra terra, punta ad un messaggio ancora più forte, merito di un contesto ambientale che avrà maggiore visibilità e del massiccio coinvolgimento di volontari previsti.

Sottoscritto il protocollo d’intesa tra il Parco regionale del Matese e Plastic Free. In foto il presidente del Parco Vincenzo Girfatti, il referente Plastic Free Angelo Massaro e il collaboratore del Parco Italo Ciallella

Martedì 7 settembre infatti, presso la sede del Parco del Matese Plastic Free ha riunito numerose associazioni locali (ambientali, sociali, culturali) per convergere su un obiettivo comune: evitare ogni frammentazione in quelle azioni che mirano al benessere, alla salute e al progresso del territorio e fare squadra per combattere il disinteresse che ferisce questa natura.
Un progetto in cui si inserisce direttamente l’Ente Parco Regionale del Matese, per la ferma volontà del presidente Vincenzo Girfatti, che oltre a sostenere e affiancare l’evento del 26 settembre ha sottoscritto un protocollo d’intesa con Plastic Free Matese al fine di realizzare ancora numerosi impegni.

 Informazioni 
È possibile saperne di più collegandosi al sito www.plasticfreeonlus.it oppure cliccando sulla pagina facebook Plastic Free Campania
I referenti del Matese e zone limitrofe:
Angelo Massaro, Parco del Matese e Gioia Sannitica
Andrea Dell’Ungaro, Prata Sannita
Lorenza Ricciardi S. Potito
Roberto Ricciardi, S. Lorenzello
Luigi Valletta, Ailano
Giancarlo de Simone, Raviscanina
Barbara de Lellis, Castello del Matese
Domenico Vallo, Alife
Pina la Fazia, San Salvatore Telesino
Chiara Riccio, Alvignano

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.