Home Territorio Amministrative 2021 / San Potito Sannitico. Quali politiche per i cittadini in...

Amministrative 2021 / San Potito Sannitico. Quali politiche per i cittadini in attesa di un riscatto sociale?

861
0

Ai candidati alla carica di Sindaco, Francesco Imperadore e Luigi Palmieri è stato chiesto come immaginano il futuro di quei cittadini di San Potito Sannitico più deboli, di quelle famiglie in attesa di un riscatto morale e sociali che questa crisi causata dal covid e, più in generale, la crisi del mondo del lavoro hanno prodotto.
Imperadore lancia la proposta di un sito in cui far confluire esperienze lavorative locali per facilitare la piccola e media impresa già in attività; Palmieri punta ad un discorso più esteso che a partire dalle relazioni tra concittadini e da specifiche competenze professionali, recuperi i servizi essenziali di ascolto e assistenza, di accompagnamento per quanti vivono il disagio sociale e quello lavorativo.

Disagi sociali a più livelli, distribuiti tra diverse fasce d’età. Quale sarà il primo impegno nei confronti dei tanti cittadini in attesa di risposte non solo ai bisogni materiali, ma in attesa di un riscatto morale, di un’occasione di crescita umana? 

Francesco Imperadore, candidato a sindaco con la lista n.1 Per il Bene Comune-San Potito
Gli incessanti studi, contatti e collaborazioni condotti in questi anni hanno portato allo sviluppo di un progetto di ricerca ed innovazione volto a far rientrare l’area ex Ge.Zoo.V., in piena disponibilità dell’ente, nell’ambito di una fattoria sperimentale, destinata ad interessare una superficie complessiva di circa 100 ettari, con investimenti per circa 10 milioni di euro.
Il progetto si propone di dimostrare la fattibilità tecnico-economica di un modello di fattoria sperimentale che partendo da colture a basso impatto sul territorio possa:

  • ripristinare la fertilità e la salute del suolo;
  • generare bioprodotti ad alto valore aggiunto (food, feed, biochemicals, bioenergia, etc) in ottica di un’economia circolare e rigenerativa;
  • ampliare la base delle colture di riferimento e delle tecnologie utilizzate, per creare nuove professionalità e sviluppi occupazionali;
  • adottare modelli economici e sociali basati su comportamenti di produzione e consumo sostenibili, moltiplicando le opportunità di business su tutti gli stakeholders coinvolti (agricoltori, allevatori, sviluppatori di tecnologie, sviluppatori di bioprodotti, enti di formazione, etc..).

Questa progettualità, nata dall’unione di molteplici competenze ed esperienze incontrate ed accumulate in questi anni, si pone l’ambizioso obiettivo di contrastare l’abbandono del nostro territorio da parte dei nostri giovani.
Scarica il PROGRAMMA.

Luigi Palmieri, candidato a sindaco con la lista n.2, Insieme per il Futuro
I miei concittadini mi conoscono e sanno che il mio impegno nei confronti delle fasce più deboli prescinde dalla possibile carica di Sindaco. Noi di Insieme per il Futuro siamo convinti che il buon operato di un’amministrazione, non sia solo quello di intervenire nel momento del bisogno, ma quello di cercare di prevenire ogni problema.
La nostra compagine intende operare al servizio dei cittadini, ponendo attenzione verso i minori, gli anziani, i disabili e verso chi si trova in una reale situazione di necessità, di bisogno, di malattia, povertà, disoccupazione, emarginazione, dipendenza o violenza. Garantiremo lo psicologo del territorio come previsto dalla Legge Regionale N.9 del 3 agosto 2013: “Istituzione del Servizio di Psicologia Territoriale della Regione Campania” e sarà istituita una Banca del Tempo e del mutuo aiuto, che permetterà di valorizzare le molteplici risorse presenti nella nostra comunità. Si tratterà nel concreto di realizzare una banca di ore, che ciascun professionista, artigiano, operaio dedicherà gratuitamente alla comunità.
Potenzieremo le politiche di intervento ed assistenza all’anziano non autosufficiente, non solo mediante l’invio a domicilio di un operatore, per interventi di igiene personale, lavoro domestico e piccole incombenze quotidiane, ma anche mediante integrazione con il servizio di assistenza infermieristica fornito dalla ASL.
Essendo fermamente convinti che il lavoro per un essere umano sia fonte di dignità e che senza, nessuno vive in modo sereno, a supporto di questa serenità, vogliamo creare opportunità di lavoro. Vogliamo crearle, facendo gioco di squadra con tutti i comuni limitrofi e tutti quelli dell’Alto Casertano, vogliamo creare un rapporto di sinergia con “La Comunità Montana” e utilizzare al meglio tutte le potenzialità “Parco Regionale del Matese” e non limitarci ad ospitarne solo la sede.
Scarica il PROGRAMMA.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.