Home Attualità Settimana Sociale dei Cattolici italiani. La Campania incontra Mons. Domenico Pompili, vescovo...

Settimana Sociale dei Cattolici italiani. La Campania incontra Mons. Domenico Pompili, vescovo di Rieti

In preparazione alla Settimana sociale dei Cattolici italiani in programma a Taranto dal 21 al 24 ottobre

442
0

Le Diocesi della Campania si preparano alla 49a Settimana sociale dei Cattolici italiani che si terrà a Taranto dal 21 al 24 ottobre sul tema “Il Pianeta che speriamo. Ambiente, lavoro, futuro #tuttoèconnesso” con un incontro in programma a Pompei martedì 5 ottobre alle 17.00.

Dopo un primo confronto tra i delegati campani alla Settimana di Taranto avuto il 4 settembre a Pompei (vai all’articolo) con gli interventi dei vescovi Mons. Antonio Di Donna e Mons. Pietro Lagnese, rispettivamente presidente della Conferenza Episcopale Campana e vescovo delegato per la Pastorale Sociale; e l’intervento di Franco Miano, docente di Filosofia morale all’Università Tor Vergata e membro del Comitato delle Settimane sociali, torna un nuovo appuntamento formativo sul tema ambiente, lavoro, futuro…

Questa volta a prendere la parola sarà S. E. Mons. Domenico Pompili, vescovo di Rieti (già coinvolto al mattino nell’incontro con i sacerdoti della Campania) coordinatore delle comunità Laudato si’,.
Appuntamento nella città mariana per i Vescovi delle Diocesi campane e per i delegati alla Settimana Sociale; invito estesi ai laici e ai sacerdoti impegnati nella pastorale del lavoro e nell’educazione alla custodia del creato, ai catechisti, agli insegnanti di religione e agli operatori pastorali interessati ai contenuto (non più di 10 persone per Diocesi).

Al centro della riflessione i temi che saranno affrontati a Taranto, che toccano i cattolici sia nell’impegno sociale e politico che in quello pastorale e della Chiesa “feriale”: il rapporto tra ecologia ed economia, tra ambiente e lavoro, tra crisi ambientale e crisi sociale.

Tavole rotonde, laboratori, studio di buone prassi: il Comitato organizzatore delle Settimane sociali ha messo in piedi un programma che non esclude nessun attore del mondo sociale, politico, lavorativo, ecclesiale dell’Italia.

Tra gli interventi, solo per citarne alcuni: Mara Carfagna, ministro per il Sud e la Coesione Territoriale; Lucia Capuzzi, giornalista di Avvenire; Anna Maria Panarotto, gruppo Mamme No PFAS Veneto; Maurizio Patriciello, parroco di Caivano (NA) e giornalista; Ermete Realacci, presidente Fondazione Symbola; Enrico Giovannini, ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili; Gaël Giraud, gesuita, economista, direttore della Center for Environmental Justice della Georgetown University di Washington; Giovanna Iannantuoni, economista e rettrice dell’Università degli Studi di MilanoBicocca; Paolo Gentiloni, commissario Europeo per gli Affari Economici; Giancarlo Giorgetti, ministro dello Sviluppo Economico; Andrea Orlando, ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali; David Sassoli, presidente del Parlamento Europeo…

La strada già tracciata per i credenti è l’enciclica di Papa Francesco Laudato si’ del 2015, ma la più recente, Fratelli tutti diventa il contesto vitale in cui calare la riflessione su uomo e ambiente.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.