Home Arte e Cultura A Piedimonte Matese la Lectio magistralis di Andrea Mazzucchi su Dante Alighieri

A Piedimonte Matese la Lectio magistralis di Andrea Mazzucchi su Dante Alighieri

La Biblioteca diocesana San Tommaso d'Aquino in occasione del suo ventennale ospita Mazzucchi tra i più grandi studiosi e divulgatori di Dante, docente di Filologia della letteratura italiana e Direttore del Dipartimento Studi Umanistici Università degli Studi di Napoli "Federico II"

479
0

Andrea Mazzucchi, tra i più grandi “portavoce” di Dante Alighieri nel mondo, sarà ospite della Biblioteca diocesana San Tommaso d’Aquino venerdì 13 maggio alle 18.00 per la lectio magistralis “Figurando il Paradiso: raffigurare l’indicibile”. Introduce e modera la professoressa Maria Chiara Scappaticcio, Ordinario in Lingua e Letteratura Latina presso l’Università degli Studi di Napoli “FedericoII”.

La Biblioteca ha scelto il sommo Poeta per dare inizio ad una serie di appuntamenti culturali che celebrano i primi venti anni di attività secondo una “riscrittura” del concetto di biblioteca teso alla conservazione, alla ricerca, al dibattito, all’innovazione digitale, allo studio ma soprattutto alla fruizione libera e gratuita del patrimonio archivistico e librario della Diocesi di Alife-Caiazzo. Per partecipare alla lectio magistralis è necessario prenotarsi tramite app (scarica per Android e per IOS) o chiamando al numero 0823 912707 (interno 30) dal lunedì al venerdì (10.00-12.30 e 15.30-18.30).

Gli eventi celebrativi su Dante, nell’anno che ha celebrato i sette secoli dalla morte del Poeta ha visto in tutto il mondo e in particolare in Italia un rifiorire di stimoli e un graduale promanarsi nel tempo dell’interesse intorno all’intera produzione letteraria dell’autore fiorentino, dei contenuti ma soprattutto dell’attualità del linguaggio e del suo fino ultimo. Già nei mesi scorsi, nell’ambito della rassegna “I venerdì d’Autore” la Biblioteca ospitava Carmine Mastroianni, autore tra gli altri, de I cento volti di Dante”, mentre oggi uno spazio diverso è affidato al professore Mazzucchi per un ampio approfondimento sul Paradiso, la terza cantica dell’opera che più delle altre ha consacrato il Sommo Poeta padre della letteratura italiana.

Mazzucchi, non a caso componente del Comitato nazionale per le celebrazioni del Settecentenario della morte del Sommo Poeta, è Ordinario in Filologia della letteratura italiana e Direttore del Dipartimento Studi Umanistici dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”; l’ambito di ricerca da lui privilegiato è la letteratura italiana medievale, indagata prevalentemente in prospettiva filologica. Un nucleo ben definito delle sue ricerche ruota intorno all’edizione e allo studio dell’antica esegesi sulla Commedia di Dante, con particolare attenzione alla diffusione e ricezione dei testi danteschi nella Napoli angioina.

Nel suo caso, non è solo “Commedia”, perché il professore Mazzucchi cura un particolare spazio la tradizione manoscritta, la sistemazione testuale, l’esegesi e lo studio delle strutture prosastiche del Convivio; non secondarie anche le ricerche dedicate alle intersezioni tra linguaggi figurativi e verbali nella storia della tradizione della Commedia e dell’Eneide, e alla possibile valenza ermeneutica degli apparati illustrativi dei manoscritti. Un altro aspetto delle sue ricerche investe lo statuto della poesia satirica nella letteratura italiana volgare del Medioevo. Fondamentale il suo contributo alla Nuova Edizione Commentata delle Opere di Dante edita nel 2021 dalla Salerno Edizioni promossa dal Centro Pio Rajna, curata da Enrico Malato, professore emerito di Letteratura italiana nell’Università di Napoli Federico II, filologo, critico letterario, accademico dei Lincei.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.