Home Territorio Strategia Nazionale Aree Interne: quattro milioni di euro ai Comuni del Matese,...

Strategia Nazionale Aree Interne: quattro milioni di euro ai Comuni del Matese, interviene l’on. Carlo Sarro

Un percorso che partito nel 2019 ora vede riconoscere finalmente la partecipazione del Matese nella Strategia Nazionale per le Aree interne di cui si occupa il Ministro Mara Carfagna

889
0
Castello del Matese

Si completa l’iter politico per il riconoscimento del Matese come “area interna” a cura dell’Agenzia Nazionale per la Coesione Territoriale che fa capo al Ministro Mara Carfagna. Esprime soddisfazione l’on. Carlo Sarro di Piedimonte Matese che negli ultimi mesi ha seguito in modo particolare il completamento di questo percorso. “Desidero esprimere il mio più vivo ringraziamento al ministro Mara Carfagna per l’attenzione che ha riservato alle aree interne ed in particolar modo a quella del Matese”, così il senatore di Forza Italia rinviando alla positiva istruttoria del Comitato Tecnico per le Aree Interne (CTAI) del Ministero per il Sud e la Coesione Territoriale, per l’inclusione delle aree interne da inserire nel Programma di Sostegno riservato alle zone territorialmente svantaggiate grazie alla quale sono state qualificate come Aree Interne beneficiarie della relativa misura quella dei comuni del Matese e del Sele-Tanagro.
Per i Comuni dell’area del Matese
sono stati stanziati quattro milioni di euro ai quali dovranno aggiungersi le risorse conseguenti alla definizione del documento di Strategia di Area.

Il lento e ma anche faticoso cammino per i comuni del Matese partiva nel 2019 dopo che la Giunta regionale della Campania accoglieva le istanze dei piccoli paesi territoriali rimasti fuori dai programmi di sviluppo regionale della precedente Giunta Caldoro. Facendosi “rappresentante” del Matese il sindaco di Valle Agricola Rocco Landi, con il supporto e le indicazioni dell’allora consigliere regionale Sonia Palmeri, dava voce all’esigenza del territorio di sviluppo, progresso, potenziamento delle infrastrutture e per le Amministrazioni e i Cittadini si aprivano nuove possibilità; lo scorso 6 novembre in occasione di un dibattito pubblico organizzato dalla nuova Amministrazione comunale di Piedimonte Matese guidata dal sindaco Vittorio Civitillo, lo stesso Sarro riponeva al centro del dibattito politico locale l’urgenza di completare l’iter per il riconoscimento del Matese come area interna trovando nella politica della Ministra Carfagna pieno sostegno e accoglimento aprendo il territorio a concrete prospettive di sviluppo per il futuro (clicca).
Successivamente, il 28 dicembre 2021 la Giunta regionale della Campania riconosceva  la zona del Matese quale area pilota della Regione Campania destinata alla sperimentazione della strategia nazionale delle aree interne (clicca).  
Le recenti dichiarazioni dell’on. Sarro confermano che nulla frena adesso il piano di sviluppo di cui sarà protagonista il Matese: “il riconoscimento di zona territorialmente disagiata deliberato rappresenta un importante traguardo per due ragioni: la prima è che, recuperando un ritardo registrato negli anni passati, consente alle comunità matesine di ottenere la qualificazione di area interna e, conseguentemente, di beneficiare delle relative azioni e risorse; la seconda è rappresentata dalla sfida che adesso attende le amministrazioni locali che con una utile definizione del documento di Strategia di Area potranno incrementare i finanziamenti e, con essi, le aree di intervento”.

Un nostro approfondimento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.