Home Arte e Cultura A Piedimonte Matese torna “Illuminarti”, edizione numero dieci. Luci, spettacoli e arte...

A Piedimonte Matese torna “Illuminarti”, edizione numero dieci. Luci, spettacoli e arte nel centro storico

Appuntamento il 3 luglio dalle 20.30; Venticinque location e circa quaranta eventi per la manifestazione estiva più attesa in città. Edizione patrocinata dalla Soprintendenza Archeologia Belle arti e Paesaggio di Caserta e Benevento

1184
0

Luci su Piedimonte Matese, fari puntati sul centro storico per esaltarne la bellezza; per riunire passato, presente e futuro sotto una prospettiva nuova: la possibile vivibilità dei luoghi antichi oggi rimasti privi di abitanti e di storie. Torna IlluminArti, tema “La leggerezza”, edizione numero dieci di una consolidata esperienza sociale e artistica promossa dall’Associazione culturale Byblos. Diversamente dalle passate manifestazioni inserite nei festeggiamenti in onore del patrono della Città, San Marcellino, che si celebra a giugno, questa del decennale slitta al 3 luglio a causa della complessa organizzazione frenata dal perdurare delle misure anticovid fino a primavera inoltrata.

Si torna nel cuore di Piedimonte Matese, nei quartieri San Domenico, Sorgente, San Sebastiano, San Marcellino tra vicoli e larghi, palazzi e cortili, piazzette e cappelle per un totale di 25 location e circa 40 spettacoli tra performance teatrali, musicali, pittoriche ma anche ludiche, non senza qualche stand dedicato alla gastronomia locale.

L’inizio del percorso alle 20.30 sarà all’imbocco di via Ercole d’Agnese (nella parte più alta di Piazza Roma) fino a raggiungere la Sorgente del Torano da un lato, e il Belvedere di Palazzo Ducale dall’altro con esclusiva visita al cortile interno del Palazzo, passando per il chiostro domenicano di San Tommaso d’Aquino. Leggerezza, ma anche bellezza i fili conduttori di Illuminarti fin dal suo primo appuntamento, trovando già da allora enorme consenso di pubblico cui oggi si aggiunge ufficialmente il parere favorevole della Soprintendenza Archeologia Belle arti e Paesaggio di Caserta e Benevento che pur avendo fornito da sempre la consulenza artistica agli organizzatori, da quest’anno offre il patrocinio morale esprimendo pieno consenso per la mission della manifestazione e il valore qualificato che essa ha assunto.
Sabato scorso la conferenza stampa di presentazione dell’evento è stata l’occasione per ribadire il peso di un evento che porta alla città un valore esclusivo: “Byblos offre occasione di visibilità ad un patrimonio a volte abbandonato”, le parole dell’arch. Amalia Gioia in rappresentanza della Soprintendenza; “c’è bisogno di prendere coscienza della bellezza della identità della comunità attraverso il suo patrimonio storico artistico (…) e siccome la bellezza chiama bellezza, questo di Illuminarti diventa un valore non solo per la comunità locale”, inteso come stimolo per le realtà vicine. Poi il riferimento dell’arch. Gioia al valore antropologico della manifestazione: “L’attenzione della Soprintendenza è anche per questo aspetto che esalta il fattore umano: Illuminarti nasce dalla comunità per la comunità…”.

La conferenza stampa di presentazione di IlluminArti. Da sinistra Michele Caporaso presidente della Comunità Montana del Matese; Vittorio Civitillo sindaco di Piedimonte Matese; Federica De Felice, associazione La N’Zerta; Gianfrancesco D’Andrea, associazione Byblos; Amalia Gioia, Soprintendenza di Caserta e Benevento

A confermare il primato di Illuminarti anche le parole del sindaco Ing. Vittorio Civitillo riconoscendo all’evento il forte valore di socializzazione e la curiosità riaccesa sul centro storico su cui si concentra in modo particolare la progettazione dell’Amministrazione comunale non solo con gli eventi promossi puntualmente presso il Complesso domenicano di San Tommaso d’Aquino, ma anche attraverso una serie di lavori attesi per Palazzo Ducale e il Teatro Mascagni. La presentazione di Illuminarti è stata l’occasione per il Sindaco di annunciare il Festival dell’Identità in programma all’inizio di settembre esprimendo l’interessa di rivitalizzare allo stesso modo un altro quartiere antico cittadino, quello di Vallata. Garanzie per il futuro di Illuminarti da parte del sindaco Civitillo grazie ad un budget che l’Amministrazione disporrà dal prossimo anno a vantaggio di queste ed altre manifestazioni cittadine.

Tra le novità del decennale, la partecipazione nell’organizzazione e negli eventi dell’associazione la N’Zerta, laboratorio indipendente di arte che raccoglie giovani musicisti, pittori, poeti che per Illuminarti allestiranno in Vicolo Stretto la performance “Anatomia stretta: psicogeografia di un corpo”. La loro diventa anche una sorta di prova generale per una futura regia di Illuminarti così come ha spiegato Gianfrancesco D’Andrea  che in qualità di Presidente emerito di Byblos e di giornalista ha presentato l’evento (oggi Byblos è guidata da Annamaria Raviele) e spiegando la presenza al tavolo dei relatori di Federica De Felice, rappresentate della giovane associazione-rivelazione del territorio.

Nell’occasione ringraziamenti agli sponsor privati che hanno offerto sostegno economico e tecnico per la  serata del 3 luglio; altrettanto al Comitato festeggiamenti di San Marcellino con cui resta viva la collaborazione anche in vista delle prossime edizioni; e il “grazie” anche alla Comunità Montana del Matese per il patrocinio morale e il supporto logistico come già avvenuto per le passate edizioni.

Gli aggiornamenti sulle performance e sugli artisti
sono sulla pagina facebook di IlluminArti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.