Home Chiesa e Diocesi Le Chiese d’Europa unite in preghiera per l’Ucraina oggi pomeriggio

Le Chiese d’Europa unite in preghiera per l’Ucraina oggi pomeriggio

In ogni comunità ecclesiale l'Adorazione eucaristica e la preghiera proposta nel sussidio dell'Ufficio liturgico nazionale messo a disposizione delle varie parrocchie e diocesi

151
0

I Vescovi italiani aderiscono alla Giornata di preghiera e spiritualità per l’Ucraina, promossa dal Consiglio delle Conferenze episcopali d’Europa (Ccee) e prevista per oggi, 14 settembre, giorno in cui la Chiesa celebra l’Esaltazione della Croce. “In modo particolare, vogliamo pregare per il popolo ucraino perché sia liberato dal flagello della guerra e dell’odio. All’inizio di questo nostro momento di preghiera, contemplando il mistero della Croce, strumento di supplizio divenuto sorgente di vita e di perdono,
invochiamo la misericordia di Dio”: si legge così nella Monizione introduttiva e richiesta di perdono del Sussidio messo a disposizione dall’Ufficio liturgico nazionale per le parrocchie delle varie diocesi. (SCARICA IL SUSSIDIO)

Anche l’Ufficio liturgico della diocesi di Alife-Caiazzo, rappresentato da don Antonio Di Lorenzo, si unisce all’iniziativa della CEI, rendendo fruibile il materiale per la preghiera sul sito ufficiale della Diocesi. (CLICCA QUI)
Tutte le Chiese d’Europa si uniranno oggi pomeriggio nell’unico e condiviso gesto di solidarietà verso il popolo ucraino, devastato dagli attacchi delle truppe russe che si ripetono ormai dal 24 febbraio scorso. Tutte le comunità ecclesiali e diocesane eleveranno al Signore la richiesta di liberazione del popolo ucraino dal “flagello della guerra e dell’odio” e, nel corso dell’assemblea, sarà letta anche una preghiera di papa Francesco riportata di seguito:

Signore Dio di pace, ascolta la nostra supplica!
Abbiamo provato tante volte e per tanti anni a risolvere i nostri
conflitti con le nostre forze e anche con le nostre armi; tanti momenti
di ostilità e di oscurità; tanto sangue versato; tante vite spezzate;
tante speranze seppellite… Ma i nostri sforzi sono stati vani.
Ora, Signore, aiutaci Tu! Donaci Tu la pace, insegnaci Tu la pace,
guidaci Tu verso la pace.
Apri i nostri occhi e i nostri cuori e donaci il coraggio di dire: “mai più la
guerra!”; “con la guerra tutto è distrutto!”.
Infondi in noi il coraggio di compiere gesti concreti per costruire la
pace.
Signore, Dio di Abramo e dei Profeti, Dio Amore che ci hai creati e
ci chiami a vivere da fratelli, donaci la forza per essere ogni giorno
artigiani della pace; donaci la capacità di guardare con benevolenza
tutti i fratelli che incontriamo sul nostro cammino.
Rendici disponibili ad ascoltare il grido dei nostri cittadini che ci
chiedono di trasformare le nostre armi in strumenti di pace, le nostre
paure in fiducia e le nostre tensioni in perdono.
Tieni accesa in noi la fiamma della speranza per compiere con
paziente perseveranza scelte di dialogo e di riconciliazione, perché
vinca finalmente la pace. E che dal cuore di ogni uomo siano bandite
queste parole: divisione, odio, guerra!
Signore, disarma la lingua e le mani, rinnova i cuori e le menti, perché
la parola che ci fa incontrare sia sempre “fratello”, e lo stile della
nostra vita diventi: shalom, pace, salam!
Amen.

SCARICA IL SUSSIDIO CEI 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.