Home Eventi “Per non dimenticare le stragi nazifasciste” nella provincia di Caserta. A Caiazzo...

“Per non dimenticare le stragi nazifasciste” nella provincia di Caserta. A Caiazzo la firma di un protocollo

Dal 10 al 18 settembre si svolge in Città la terza edizione del Premio Nazionale Letterario ‘Memoria e Riconciliazione’. IL ricordo della strage nazifascista di Monte Carmignano nel 1943 in cui morirono numerosi civili resta un impegno "attuale" per riflettere sul valore del dialogo e contro la violenza

533
0

A Caiazzo è in corso la terza edizione del Premio Nazionale Letterario ‘Memoria e Riconciliazione’: dibattiti, proiezioni, riflessioni si stanno tenendo in memoria delle stragi nazifasciste del 1943 che coinvolsero un gruppo di cittadini in un casolare presso Monte Carmignano.

L’iniziativa si inserisce nelle tante che l’Associazione Monte Carmignano per l’Europa guidata da Tommaso Sgueglia porta avanti in memoria di quei fatti; in sinergia con il Comune e con l’amministrazione guidata dal sindaco Stefano Giaquinto è stato improntato il programma di questa settimana che vedrà domani, giovedì 15 settembre alle 19.00, nella centrale Piazza Santo Stefano, il convegno dal titolo I crimini di guerra tedeschi in  Italia 1943-1945. Le stragi in Campania, con la partecipazione dell’Anci e di ospiti che porteranno un contributo storico e morale alla riflessione. L’incontro a cui l’amministrazione comunale intende dare forte visibilità metterà al centro l’impegno degli Enti istituzionali per mantenere viva la Memoria per le giovani generazioni per la promozione dei valori della pace, della riconciliazione e della democrazia. A tal proposito, alla fine della serata,  sarà presentato il protocollo d’intesa ‘Rete dei Comuni della Provincia di Caserta per non dimenticare le stragi nazifasciste’ per “mettere l’accento sui valori imprescindibili della pace, della libertà e della democrazia – ha dichiarato il sindaco Stefano Giaquinto – che troppo spesso sono ignorate e sottovalutate anche alla luce degli ultimi eventi che stiamo vivendo».

Il casolare di Monte Carmignano dove avvenne la strage nazista di civili

Al convegno interverranno Carlo Gentile, storico ricercatore di ruolo e professore dell’Università di Colonia, perito tecnico dei principali processi di stragi nazifasciste in Italia; Carlo Marino, presidente dell’Anci Campania, Litz Klinkhammer, vicepresidente Dhi, Istituto storico germanico di Roma, Antimo Ricciardi, testimone della Memoria, studente dal 1940 al 1945 presso il Seminario Vescovile di Caiazzo; Paolo Albano, già procuratore della Repubblica e pubblico ministero nel processo della Strage di Caiazzo; Giuseppe Angelone, docente universitario.

Partecipi e attivi in queste giornate di memoria e di studio le associazioni locali legate per motivi ideologici e storici ai tragici eventi della strage di Monte Carmginano: Lle Associazioni “Familiari Vittime di Monte Carmignano”, “Amici di Ochtendung”, Associazione Storica del Caiatino, Associazione culturale “Giovanni Marcuccio”, Associazione Fotografica “Elvira Puorto” e Associazione “Americana della terza divisione U.S.Army” cui si aggiungono manifestazioni di consenso dall’Italia e dall’estero i valori difesi.

Il Cartellone curato nei dettagli dall’Associazione Monte Carmignano per l’Europa prevede fino a domenica ancora numerosi eventi e dibattiti sul tema: venerdì, due appuntamenti importanti, il primo con le Scuole del territorio, a cui parteciperanno gli studenti, i dirigenti scolastici, il consigliere di Ambasciata Renato Cianfarani, Christiane Liermann Traniello segretaria generale “Villa Vigoni”, Josephine Loffler responsabile Ufficio Scambi giovanili Culturali italo-tedeschi, lo storico Carlo Gentile università di Colonia ed il prof.Lutz Klinkhammer, vice presidente Istituto Storico Germanico. Nel prosieguo di serata, autori e giornalisti si confronteranno sul tema “Cronisti per la pace”, con la partecipazione di Letizia Tortello (La Stampa), Pietro Suber (Mediaset), Pietro Guastamacchia e Vincenzo Sinapi (Ansa), Nello Di Costanzo (Rai).
Sabato le premiazioni in piazza Santo Stefano, dove sarà premiato anche il direttore del quotidiano Il Mattino, Francesco de Core.
Domenica ci sarà il concerto “Da monte Carmignano a Kiev” con la U. S. Naval forces and Africa band.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.