Home Arte e Cultura A San Potito Sannitico, in nome della ‘territorialità’ la prima “Festa della...

A San Potito Sannitico, in nome della ‘territorialità’ la prima “Festa della Zucca e del Liquore nostrano”

Domenica 30 e lunedì 31 ottobre in via Formose con inizio alle 17.00, degustazioni, contest, arte, poesia e visite guidate per conoscere il borgo matesino

1038
0

san potito sannitico_clarusLa conoscenza di un luogo, scrigno di bellezze ed eccellenze che lo identificano, può rivelarsi un’esperienza gratificante a 360° se essa si realizza come gioco dei sensi, un gioco la cui parola d’ordine è “creatività”. È proprio quest’ultimo concetto ad ispirare l’evento promosso dalla Pro Loco Genius Loci di San Potito Sannitico, la “Festa della Zucca e del Liquore nostrano“, che per la prima volta si terrà domenica 30 e lunedì 31 ottobre in via Formose con inizio alle 17.00.

La Festa ha come scopo, appunto, quello di promuovere il centro matesino, i suoi prodotti tipici, nello specifico il liquore “Il Moro”, realizzato artigianalmente, abbinato alla zucca, altra chicca di stagione protagonista delle tavole autunnali di molte famiglie. Bontà che i visitatori potranno gustare attraverso appositi percorsi degustativi gratuiti, contest e gare. Domenica 30 saranno premiati i migliori disegni realizzati dagli alunni dell’Istituto Comprensivo “Luigi Settembrini”, guidato dalla dirigente Rossella Patricia Migliore, per il concorso “Ad ognuno la sua zucca”.

Il giorno seguente, invece, bambini, ragazzi e adulti parteciperanno a un laboratorio di intaglio delle zucche, tenuto dalla ceramista Ada Colapetella e alla gara “Dolce in zucca”. Nella suggestiva cornice autunnale in cui si svolgerà la due giorni si inseriscono, inoltre, la mostra d’arte di Silvano D’Orsi, pittore e scultore; la rassegna di poesie coordinata da Flora Santangelo, dell’associazione “Teleion musica e cultura”, da uno spettacolo folkloristico e da momenti di intrattenimento musicale con esibizioni di pizzica.

Creatività e interattività, dunque, sono le peculiari caratteristiche di questa prima edizione della Festa della Zucca e del Liquore nostrano, grazie alle diverse iniziative che vi inseriranno. Oltre a quanto citato, sarà possibile anche visitare Palazzo Filangieri, la storica dimora del ‘700, grazie alla collaborazione dell’Associazione “Gaetano Filangieri” e Coldiretti.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.