Home Eventi Disabilità / Dragoni. La storia di Luca Trapanese, un’adozione voluta a tutti...

Disabilità / Dragoni. La storia di Luca Trapanese, un’adozione voluta a tutti i costi

Luca Trapanese, originario di Marzano Appio e assessore al Welfare del Comune di Napoli, è un padre single e omosessuale che ha scelto di adottare la sua piccola Alba, una bimba di 5 anni con Sindrome di Down. L'evento è organizzato dall'Associazione onlus "Eugenio Ruberto"

1455
0
Foto web

A Dragoni un incontro organizzato dall’Associazione onlus “Eugenio Ruberto”, nata dalla volontà di FrancescaGiuseppina e Remigio Ruberto di sostenere persone giovani costrette, come Eugenio, ad affrontare il calvario della malattia e instaurando collaborazioni con Istituti di Ricerca Scientifica, Case di accoglienza per le famiglie, ospedali, istituti religiosi, associazioni sportive e qualunque altra realtà dedita a promuovere attività umanitarie a favore dei bambini. Oggi pomeriggio, a partire dalle 17.00, presso la Scuola Media “Fermi” di Dragoni sarà ospite Luca Trapanese, originario di Marzano Appio, assessore al Welfare del Comune di Napoli, ma soprattutto padre single di Alba, una bimba di 5 anni affetta da Sindrome di Down. Luca condividerà con il pubblico presente la sua testimonianza di genitore profondamente innamorato della sua piccola, al punto da scegliere di allevare da solo la sua Alba, la quale era stata abbandonata dalla madre dopo la sua nascita.

Luca, genitore single e omosessuale, ha compiuto un gesto di grande coraggio, in un contesto sociale in cui ancora, purtroppo, esistono pregiudizi e limiti, architettonici e culturali, che non semplificano affatto la vita delle persone disabili. Luca Trapanese dedica ogni giorno della propria esistenza ai ragazzi disabili, realizzando progetti con l’Associazione “A Ruota Libera” di cui è fondatore e rappresentante legale e, inoltre, collaborando con diverse associazioni attive nel campo del volontariato, come l’Associazione delle suore di Maria Teresa. Tra le diverse iniziative va menzionata “La Casa di Matteo“, una casa famiglia creata per bambini che hanno malformazioni gravi.

L’incontro di oggi sarà introdotto dal saluto di Remigio Ruberto e Giuseppina Carlone, genitori di Eugenio Ruberto e organizzatori dell’evento, e a seguire, interverranno il sindaco di Dragoni, Antonella D’Aloia; il presidente di Fish Campania Daniele Romano; la Dirigente Scolastica dell’Istituto Comprensivo di Alvignano Aida Cortese; Costantino Leuci, docente presso il Liceo “Galilei” di Piedimonte Matese e la professoressa Giovanna Di Tommaso dell’Istituto Agrario del capoluogo matesino. L’incontro, patrocinato dal Comune di Dragoni, sarà moderato dalla giornalista Federica Landolfi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.