Home Attualità “La Lettera”, Papa Francesco in un docufilm, domenica la proiezione. Come la...

“La Lettera”, Papa Francesco in un docufilm, domenica la proiezione. Come la Chiesa “comunica” la crisi climatica globale

Domenica 13 novembre a Teano la proiezione organizzata dalle Diocesi di Teano-Calvi e di Alife-Caiazzo in occasione della Giornata Mondiale dei Poveri e in concomitanza con la COP27

647
0
Domenica 13 novembre alle 19.30 presso l’auditorium diocesano “F. Tommasiello” in Teano sarà proiettato il Film Documentario “La Lettera. Un messaggio per la nostra Terra”: protagonista Papa Francesco e alcuni leader mondiali impegnati nella lotta per il clima. La data della proiezione è stata fissata nel giorno in cui la Chiesa celebra la VI Giornata Mondiale dei Poveri e concomitanza con il dibattito mondiale della Cop27 di Sharm-el-Sheikh che riunisce nazioni e governi sul tema della crisi ambientale: una scelta ricercata dal mons. Giacomo Cirulli vescovo di Teano-Calvi e di Alife-Caiazzo, per focalizzare un aspetto che a partire dall’enciclica Laudato Sì il Pontefice continuamente sottopone all’attenzione di credenti e non credenti: la stretta connessione su larga scala di crisi sociale e crisi ambientale
Ad anticipare i temi del docufilm “La Lettera” introducendoci alla riflessione, è don Giadio De Biasio, docente di Teologia del Creato presso l’ISSR Area Casertana e Direttore dell’Ufficio per la Custodia del Creato della Diocesi di Teano-Calvi. 
Giadio De Biasio – Il film documentario La Lettera. Un messaggio per la nostra Terra (2022) rappresenta certamente un inedito nella storia bimillenaria della Chiesa cattolica. Infatti, per la prima volta, una Lettera Enciclica di un Papa viene anche comunicata attraverso lo strumento cinematografico. Questa operazione mediale è stata resa possibile grazie all’apertura dialogica, che struttura tutta l’Enciclica Laudato sì (2015) di Papa Francesco.

Essa, pur essendo una espressione del Magistero pontificio, ha voluto estendere il perimetro dei suoi destinatari oltre l’alveo cattolico, rivolgendosi a tutti gli uomini, per “entrare in dialogo con tutti riguardo alla nostra casa comune” (LS, 3). Dunque, il messaggio del Papa è diventato un invito globale, attualizzando in modo estensivo ed inclusivo l’impegno di tutti per la nostra Terra, la nostra casa comune.

Questo invito non ha chiesto soltanto di prendere coscienza e di affrontare insieme i vari problemi climatici ed ambientali, che minacciano varie parti del mondo. Esso ha chiesto anche un’attenzione ed un impegno speciale in favore dei più poveri, primi bersagli dei cambiamenti climatici.
Proprio l’attenzione alla “complessa crisi socio-ambientale” (LS, 139) ha orientato il nostro Vescovo Giacomo a scegliere di proiettare questo Docufilm nella VI° Giornata Mondiale dei Poveri 2022, dal titolo: Gesù Cristo si è fatto povero per voi (cfr 2 Cor 8,9). Infatti, alla luce di questa sensibilità ambientale e sociale, il film documentario La Lettera offre diversi punti prospettici, ossia situazioni vitali concrete provenienti da cinque continenti, per aiutare il destinatario ad estendere il proprio orizzonte intellettuale e morale, e a favorire processi diconversione ecologica (cf LS, 216-221)

Nel film, attraverso scenari di inaudita bellezza, lo spettatore è chiamato ad assumere la complessità e la varietà dei cambiamenti climatici, sempre inseparabilmente alle sofferenze sociali che essi determinano. Sulle prime, il film La Lettera sembra un messaggio troppo concentrato sulle questioni sociali, sulle povertà climatiche e sui rifugiati climatici, senza un esplicito riferimento alla fede della Chiesa, seppur degnamente rappresentata dalla partecipazione diretta del Santo Padre. Eppure, oltre alla finalità divulgativa e trans-religiosa, che sostiene il messaggio promosso dalla Santa Sede e dal Movimento Laudato Sì, certamente nel film è possibile scorgere, nelle storie reali di sofferenza e di povertà dei protagonisti, il Volto di Cristo povero, il più povero tra i poveri, perché li rappresenta tutti: “Gesù Cristo, da ricco che era, si è fatto povero per voi, perché voi diventaste ricchi per mezzo della sua povertà” (2Cor 8,9)

Possiamo allora concludere come sia la Laudato Sì che il film documentario The Letter stiano letteralmente rivoluzionato la portata comunicativa del Magistero pontificio, segno che la Chiesa cattolica è “viva”. Essa continua la sua missione nella storia, per le strade del mondo, annunciando ed incarnando il Vangelo di Cristo nelle diverse culture della nostra contemporaneità: facendosi carico delle gioie e delle speranze, delle tristezze e delle angosce degli uomini d’oggi, dei poveri soprattutto e di tutti coloro che soffrono (cf Gaudium et spes, 1).

L’anteprima di The Letter in Vaticano nell’Aula Nuova del Sinodo. Presiede la presentazione il Segretario di Stato, Card. Pietro Parolin (foto don Giadio De Biasio)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.