Home Territorio Piedimonte Matese / Piano Traffico: il dibattito pubblico organizzato da Cittadinanza Attiva

Piedimonte Matese / Piano Traffico: il dibattito pubblico organizzato da Cittadinanza Attiva

Non si placa l'acceso dibattito sul piano traffico entrato in vigore 4 mesi fa: cittadini, commercianti e associazioni insieme per portare ancora una proposta al sindaco Vittorio Civitillo: il confronto e la collaborazione per ridisegnare il futuro della città

385
0

Cittadinanza Attiva del Matese convoca la cittadinanza, la stampa, le imprese, gli operatori sociali a discutere sul piano traffico di Piedimonte Matese. L’appuntamento è oggi pomeriggio (23 gennaio) dalle 17.00 alle 20.00 presso l’auditorium dell’IIS De Franchis.

Dopo 4 mesi dall’attivazione del piano che riscrive l’orientamento del traffico nelle maggiori strade di accesso e di uscita dalla città, non si arresta la polemica che coinvolge non solo i residenti ma anche i tanti che raggiungono Piedimonte per motivi di lavoro o usufruire di servizi. Tra coloro che maggiormente hanno alzato la voce in segno di protesta e più volte chiesto al sindaco Vittorio Civitillo di rettificare quanto stabilito continuano ad esserci i commercianti, in modo particolare quelli di via Ferritto, via Caso, via Ponte Sant’Antonio i quali denunciano oltre che il calo di vendite (lì dove gli automobilisti non possono transitare in doppio senso di marcia) anche una maggiore concentrazione di gas di scarico nelle ore di punta del traffico.

La convocazione di questo pomeriggio esce dall’aula consiliare, luogo deputato alla discussione democratica della popolazione (il Comune non ha concesso l’utilizzo del luogo), e al di fuori dello scontro tra maggioranza e minoranze in Consiglio comunale dopo che queste ultime fin dal primo momento si sono schierate contro il Piano denunciando il mancato rispetto di quel patto di civiltà promesso in campagna elettorale dal gruppo di Civitillo – Rise – fondato sul confronto tra le parti, l’ascolto e la collaborazione. A farsi promotore dell’incontro è una delle associazioni maggiormente impegnate per la tutela dei diritti dei cittadini e ad essa si associano le altre che si occupano di diritti dei disabili e tutela dell’ambiente: vivibilità e mobilità sostenibile è lo slogan che accompagnerà il dibattito in cui oltre al confronto, si porranno prospettive sul miglioramento del trasporto pubblico e privato, sulla sicurezza stradale e la sostenibilità socio-economica, sulla sostenibilità energetica e ambientale.

Parlare, ascoltarsi, confrontare pareri tecnici e scientifici, tenere conto delle categorie più fragili della popolazione: in questa prospettiva viaggia la proposta di Cittadinanza Attiva del Matese.  La posizione dell’Amministrazione comunale resta ferma sulla necessità di cambiare la città e compiere scelte coraggiose: farlo oggi, pur con qualche sacrificio per costruire il futuro verde di Piedimonte Matese in cui non solo il piano traffico ma l’intero assetto urbano dovrebbe essere caratterizzato da maggiore e migliore vivibilità all’aria aperta e fruizione di spazi verdi. Posizioni che puntano allo stesso obiettivo ma percorrono strade diverse: la prima è quella di un progetto partecipato, riscritto se necessario, ridisegnato rispetto a quello proposto dal Comune a fronte di un impianto urbano preesistente che include centri storici, edifici scolastici, uffici…; la seconda, quella a firma della Maggioranza consiliare, viaggia sulla convinzione che bisogna muovere i primi passi per testare il cambiamento mettendo in gioco coraggio e pazienza, come affermato in qualche momento pubblico.

L’articolo di Clarus del 6 settembre 2022

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.