Home Chiesa e Diocesi Papa Francesco dimesso dal Gemelli, “non ho avuto paura”

Papa Francesco dimesso dal Gemelli, “non ho avuto paura”

Come comunicato già ieri, questa mattina il Papa ha lasciato il Policlinico Gemelli dove era stato ricoverato mercoledì pomeriggio. Ha ringraziato il personale medito, salutato i giornalisti e fatto sosta a Santa Maria Maggiore prima di rientrare in Vaticano

485
0

Papa Francesco ha lasciato l’ospedale per far ritorno in Vaticano. “La mattina di oggi, sabato 1° aprile, Papa Francesco è stato dimesso dal Policlinico Universitario A. Gemelli”, ha comunicato infatti ai giornalisti il direttore della Sala Stampa della Santa Sede, Matteo Bruni, precisando che “pima di lasciare la struttura, il Santo Padre ha salutato il rettore dell’Università Cattolica, Franco Anelli, con i suoi più stretti collaboratori, il direttore generale del Policlinico, Marco Elefanti, l’assistente ecclesiastico generale dell’Università Cattolica, mons. Claudio Giuliodori, e l’equipe di medici e operatori sanitari che lo ha assistito durante questi giorni”.

Il Pontefice era stato ricoverato mercoledì 29 marzo, nel pomeriggio, rendendo necessario l’annullamento degli impegni programmati in questi giorni. Gli accertamenti medici hanno riscontrato un infezione polmonare, non da Covid19. Già ieri era stata anticipata la notizia delle possibili dimissioni avvenute pochi minuti fa e quindi la sua partecipazione alla Messa della Domenica delle Palme in Piazza San Pietro.

Francesco “Ha abbracciato una coppia di genitori che ha perso la figlia ieri notte, fermandosi a pregare con loro”, ha proseguito il portavoce vaticano Bruni. All’uscita del nosocomio romano, Bergoglio è stato salutato dagli applausi della gente che lo attendeva davanti ai cancelli e si è trattenuto con i giornalisti. “Sono ancora vivo”, ha detto loro, e a proposito del motivo del suo ricovero ha rivelato: “Ho sentito solo un malessere, ma non ho avuto paura”.

Poi sè diretto alla basilica di Santa Maria Maggiore. “Il Papa si è fermato davanti all’icona di Maria, Salus Populi Romani, affidandole nella preghiera i bambini incontrati ieri nel reparto di oncologia pediatrica e neurochirurgia infantile dell’ospedale, tutti gli infermi e coloro che soffrono per la malattia e la perdita dei loro cari”, le parole di Bruni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.