Home Arte e Cultura A Piedimonte Matese tornano i Venerdì Musicali dell’Associazione Giuseppe Martucci. Esecuzioni d’autore...

A Piedimonte Matese tornano i Venerdì Musicali dell’Associazione Giuseppe Martucci. Esecuzioni d’autore nel centro storico fino ad ottobre

Dal 21 aprile al 27 ottobre si alterneranno decine di musicisti; a promuovere l'evento per il secondo anno consecutivo l'Amministrazione comunale con il supporto della Regione Campania e il patrocinio del Ministero della Cultura

884
0

A Piedimonte Matese torna la musica d’autore con l’appuntamento de “I venerdì musicali”; l’iniziativa porta la firma dell’Amministrazione comunale che per la seconda volta torna ad ospitare la stagione concertistica dell’Associazione musicale Giuseppe Martucci giunta ormai alla 47esima edizione. È questa infatti a pianificare il calendario e la programmazione che vedranno l’esibizione di maestri concertisti fino al prossimo ottobre, con il contributo economico della Regione Campania.
Il primo appuntamento sarà venerdì 21 aprile alle 19.30 con il Trio Astor nell’esecuzione dello spettacolo Non solo tango in cui si esibiranno i maestri Gennaro Minichello al violino; Angelo Spinelli al violoncello; Ezio Testa alla fisarmonica con musiche di Gardel, Bhrams, Monti, Piazzolla, Galliano. Location d’eccezione resta il complesso monumentale di San Tommaso d’Aquino nel centro storico dei Piedimonte, luogo di un antico convento domenicano del XV secolo con annesso chiostro e oggi sede del Museo Civico e della Biblioteca comunale oltre che di un auditorium in uso a diverse manifestazioni.

Negli ultimi anni l’aver riconfermato di questo luogo la sua vocazione culturale (lo dimostra il collaudato Festival dell’Erranza, lo riprova il recente Festival dell’identità e in ultimo le manifestazioni musicali dello scorso anno) ha favorito in cittadini e non solo l’identificazione di esso con il sapere, la cultura e la trasmissione di cultura attraverso la molteplicità dei momenti espressivi qui concentrati: lo vivono gli adulti ma anche tanti giovani e bambini che qui ritrovano iniziative ad hoc e il contesto identitario che concentra origini storiche e slanci futuri attraverso la formazione e il piacere della formazione e dell’educazione all’arte.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.