Home Chiesa e Diocesi Don Antonio Di Lorenzo, nel X anniversario di ordinazione la festa con...

Don Antonio Di Lorenzo, nel X anniversario di ordinazione la festa con il Vescovo Giacomo Cirulli, le comunità di Caiazzo e di Alvignano

Ordinato presbitero il 1 maggio 2013 nel Santuario dell'Addolorata dal vescovo Valentino Di Cerbo, dopo dieci anni don Antonio Di Lorenzo festeggia nella Concattedrale di Caiazzo

1065
0

Don Antonio Di Lorenzo ha celebrato dieci anni di vita sacerdotale e lo ha fatto riunendo i confratelli sacerdoti e il Vescovo Mons. Giacomo Cirulli, la comunità di Caiazzo dove è pastore e quella di Alvignano di cui è originario con i rispettivi sindaci Stefano Giaquinto ed Angelo Di Costanzo, una rappresentanza di fedeli da Piana di Monte Verna e Villa Santa Croce, e la famiglia…
Venerdì 5 maggio a Caiazzo, nella Concattedrale, la celebrazione della messa per dire grazie a Dio del dono della vocazione e del servizio al Vangelo, della chiamata quotidiana a servire i fratelli e poi la festa per condividere con la  grande famiglia di amici questo traguardo che come ha sottolineato il Vescovo nell’omelia “è un dono preziosissimo a fronte della rarità delle vocazioni e di risposte generose…”. Un dono per il quale il Vescovo – nella settimana di preghiera per le vocazioni sacerdotali e la vita consacrata – ha chiesto di pregare, sostenendo altresì l’operato e l’impegno dei sacerdoti alla guida del popolo perché attraverso la Parola, l’Eucarestia e la testimonianza conosca Cristo. “Meno polemiche, meno pretese commisurate ad esclusivi bisogni personali” l’appello del Vescovo ai fedeli troppe volte in cerca del prete su misura; ma soprattutto l’invito a gioire per la loro presenza, per la passione e la dedizione del loro servizio.

Poi le parole rivolte a don Antonio e ad ogni sacerdote: “Annunciare il Vangelo, parlare a nome di Dio fuggendo la tentazione che dal pulpito si levino parole ispirate solo da misure umane; questo è un grande compito che richiede il nostro impegno e la nostra fedeltà (…) Annunciare, celebrare, testimoniare guidando il gregge in nome dell’unico ed eterno pastore su una strada: Cristo stesso che è la via, la verità e la vita” (…) nell’Eucaristia la forza per essere ed incarnare tutto questo”, il pensiero che ha racchiuso l’augurio del Vescovo e l’invito a camminare sulla strada del Vangelo.

La gratitudine al centro di questa celebrazione nella risposta dei tanti che hanno preso parte alla Messa: così è stato per i fedeli di Alvignano che dieci anni fa popolavano il Santuario dell’Addolorata in occasione dell’Ordinazione sacerdotale di questo figlio; l’attuale comunità da lui guidata che ha dedicato a don Antonio parola di affetto e di vicinanza: “Sei entrato in punta di piedi, con educazione, rispetto, umiltà, serietà, benevolenza e sin da subito hai chiesto a questa comunità di camminare insieme a te nella fede e di starti accanto” (scarica); la numerosa famiglia che ha sempre sostenuto con la preghiera e il conforto il suo cammino; e gli amici giunti da più parte. Ma il grazie a Dio per quanto compiuto è venuto soprattutto dalle parole del sacerdote: “senza la grazia di Cristo non sono niente. Solo poggiando il capo sul suo petto, e riponendo la mia fede solo in lui sono stato capace di camminare nella sua fedeltà. Il primo grazie ovviamente va al Signore, che senza alcun merito, mi ha chiamato a stare con Lui” (scarica) a cui si sono aggiunti sentimenti di riconoscenza nei confronti del Vescovo Cirulli e di coloro che hanno accompagnato il suo cammino di fede e di discernimento e ancora oggi si affiancano a lui nel servizio al Vangelo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.