Home Attualità Parco Nazionale del Matese. Ci prova il Touring Club Italiano, tutti convocati...

Parco Nazionale del Matese. Ci prova il Touring Club Italiano, tutti convocati al Belvedere di San Leucio

Istituito nel 2017 con Decreto del Presidente della Repubblica, il Parco Nazionale del Matese non decolla. Eventi, convegni, confronti senza alcun esito. Il TCI il 27 giugno rilancia le opportunità di sviluppo per le aree facenti parte di questa nuova entità

570
0

Che fine ha fatto il Parco Nazionale del Matese? La prospettiva della nascita del nuovo ente risulta ancora impantanata in complesse e intricate paludi politiche che trascinano verso il fondo il sogno di un futuro diverso per il Matese racchiuso nell’unica forte ma difficile parola “comunità”. Una nuova proposta di dialogo e di formazione viene dal Touring Club Italiano, storica fondazione nata nel 1894 a sostegno del patrimonio culturale ed ambientale italiano sulla base dell’esperienza volontaria dei cittadini impegnati a promuoverne il valore e la conoscenza.

Il 27 giugno il Real sito del Belvedere di San Leucio (Caserta) ospiterà un convegno, primo passo di un percorso di approfondimento e confronto tra istituzioni, studiosi e portatori d’interesse per individuare nella nascita del Parco Nazionale del Matese prospettive e possibilità di “crescita socio-economica anche grazie allo sviluppo del turismo sostenibile” si legge nel comunicato della fondazione.

Tornano espressioni come sviluppo, crescita, turismo ad identificare il volto che si intende dare al territorio in questione incluso tra Molise e Campania seppur non ancora definito nei suoi netti confini (concreti passi avanti ha compiuto in tal senso la prima regione; decisioni meno chiare dal fronte campano), ma che al momento fa registrare la ‘partecipazione’ di 4 province e 54 comuni.

Superare i ritardi nel percorso costitutivo del Parco, istituito nel 2017 con Decreto del Presidente della Repubblica, che resta fermo alle operazioni finali spettanti alle due Regioni: è questo l’obiettivo che il Touring si pone mettendo sul tavolo pesanti responsabilità ed urgenze ed intorno ad esso figure istituzionali di rilievo: Franco Iseppi, Presidente del Touring Club Italiano, Felice Casucci, Assessore al Turismo Regione Campania, Fulvio Bonavitacola, Vicepresidente e Assessore all’Ambiente Regione Campania, Andrea Di Lucente, Vicepresidente e Assessore all’Ambiente Regione Molise, Susanna D’Antoni, Responsabile Aree Protette di ISPRA, Roberto Ruta, autor e della norma relativa al Parco Nazionale del Matese nella legge 205/2017, Carlo Marino, Sindaco di Caserta, Giuseppe Marotta, Pro-rettore Università del Sannio, Ludovico Solima, Docente Università della Campania L. Vanvitelli, Rossano Pazzagli, Docente Università degli Studi del Molise.

La visione del Touring è “turistica” e in essa si innestano tutte le prospettive di sviluppo territoriale che ne deriverebbero; dall’altro lato va tenuto conto di una visione locale ed identitaria – di amministratori e cittadini – che fa i conti altresì con l’ordinario, la vita, la quotidianità, la gestione di un bene comune da tutelare e da esso lasciarsi condurre, prima ancora sposandone i nuovi principi e le regole: un dibattito quest’ultimo che non ha trovato fino ad oggi sereno confronto.

Il successo del Parco dipenderà “dalla buona gestione, fondata su principi di tutela dell’ambiente, dei paesaggi, delle culture e degli ecosistemi identitari del Matese, d’intesa con quei settori che intendono realizzare progetti di Destination Management Organization”, secondo la strategia del TCI. Perciò l’invito è da subito a “superare gli argini dei confronti intraistituzionali, i confini regionalistici e localistici per favorire l’emergere della complessità e della ricchezza di un’area geografica”.

A San Leucio interverranno le associazioni maggiormente impegnate nella promozione del Parco Nazionale del Matese (Legambiente, WWF, Italia Nostra, LIPU, CAI), rappresentanze del mondo scientifico, accademico, imprenditoriale. L’appello, a distanza di un mese circa dall’evento è rivolto ai diretti protagonisti di questa attesa avventura sociale, in particolare Comuni, Enti, associazioni, imprese e cittadini nei territori interessati.

Il Programma (in attesa di aggiornamenti)
9.30, Apertura dei lavori e indirizzi di saluto
10.00, Relazione introduttiva
10.15, Relazioni di esperti
12.00, Interventi brevi programmati
13.00, Conclusioni.

la partecipazione è libera e gratuita.
Inviare la scheda di iscrizione alla mail della segreteria organizzativa benevento@volontaritouring.it

 Contributi scritti e Atti del Convegno 
(Dal comunicato) I soggetti interessati ad offrire un contributo su uno dei tanti aspetti del Parco Nazionale del Matese sono invitati ad inviare alla segreteria organizzativa i loro elaborati in versione digitale.
La scelta dell’argomento è libera, purché attinente al tema generale del convegno.
I contributi devono riportare nome cognome recapito telefonico dell’autore, eventuale appartenenza e funzione in organizzazioni di tipo associativo, scientifico, accademico o altro.
I materiali accettati verranno inclusi negli Atti del Convegno.

Segreteria organizzativa, info e prenotazioni:
e-mail: benevento@volontaritouring.it tel. 338 3431737

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.