Home Territorio “Migrandata Matese” prende il volo

“Migrandata Matese” prende il volo

777
0

Da oggi fino al 31 agosto, la quarta edizione del campo naturalistico dell’avifauna nel Parco regionale del Matese

“Mgrandata Matese” dà avvio alla sua quarta edizione, o meglio, ‘prende il volo’.  Evento non come tanti, ma un vero e proprio campo naturalistico per lo studio della migrazione dell’avifauna nel territorio del Matese. Le attività avranno luogo presso le sponde del Lago Matese, nel cuore del Parco Regionale del Matese, in località “Scennerato” (Castello Matese – S. Gregorio Matese). Già nel corso delle estati dal 2010 al 2012, Il CEDA (Centro Educazione Documentazione Ambientale) “Matese” della Legambiente e Ardea, nell’ambito dell’Anno Internazionale della Biodiversità e del Programma INFEA 2007-10 e della Strategia Nazionale per la Biodiversità della Regione Campania ha realizzato, con successo, campi naturalistici d’inanellamento a scopi scientifici. Infatti, sembrerebbe che proprio l’area del Lago Matese sia uno dei principali poli di attrazione e tappa privilegiata nella migrazione di andata e ritorno dell’avifauna europea. Momento questo, da non perdere. I risultati scientifici di Migrandata sono stati sorprendenti: nei 27 giorni di monitoraggio effettivo distribuiti in tre anni, sono stati inanellati 6728 individui di 48 specie diverse, censite oltre 90 specie e rilevate 3 specie nuove per il Parco Regionale del Matese (Cannaiola verdognola, Canapino maggiore e Schiribilla).
migrandataIl Lago Matese inoltre, nel 2010 e nel 2011, è stato classificato come uno dei principali siti di sosta di rondini a livello nazionale. Ai precedenti campi hanno accorso e partecipato numerosi volontari, ornitologi e naturalisti non solo campani. Tanti sono anche i partner istituzionali e associativi, grazie ai quali questo vero e proprio campo di ricerca ha preso vita: dall’Assessorato all’Ecologia della Regione Campania al Parco Regionale del Matese, la Comunità Montana del Matese, dai Comuni di Castello Matese, Piedimonte Matese e San Gregorio Matese, l’Hotel Miralago, lo Sci Club Fondo Matese, la Protezione Civile “Nucleo” Piedimonte Matese, il Decathlon Marcianise e il gruppo Agesci Piedimonte Matese I. La presenza di esperti e conoscitori del settore renderà il progetto interessante e coinvolgente, ricco di attività. Un’occasione unica per appassionati e non, che potranno stare a contatto con la natura, conoscere meglio il territorio, imparare così a salvaguardarlo e amarlo.

Noemi Riccitelli

 

Attività in programma
Campo monitoraggio rapaci – Osservazione e censimento del passo migratorio dei non Passeriformi in quota.
Tortolino Day – Censimento del Piviere tortolino in alta quota, specie di elevato pregio conservazionistico.
Week-end Fotografia Naturalistica – Cenni base e tecniche di ripresa fotografica in natura
Acquatici Day – Censimento degli uccelli acquatici presenti nel Lago Matese
Herpetological Day – Passeggiata naturalistica alla ricerca dell’erpetofauna del Parco Regionale del Matese
Le attività avranno luogo presso le sponde del Lago Matese, nel cuore del Parco Regionale del Matese, in località “Scennerato” (Castello Matese – S. Gregorio Matese.)

Segreteria organizzativa ARDEA – CEDA Matese
Tel. 349/6752761 –  3489126940
Mail: ardea.cg@gmail.com 

  • Altro su questi argomenti :
  • slider

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.