Home Chiesa e Diocesi Castel di Sasso. Il paese festeggia i 50 di sacerdozio di don...

Castel di Sasso. Il paese festeggia i 50 di sacerdozio di don Agostino Secondino

815
0

Il prossimo 13 luglio Mons. Valentino Di Cerbo celebrerà la Santa Messa nella parrocchia “Santa Maria Assunta” di Castel di Sasso, per onorare i suoi 50 anni di dedizione al Signore

La Redazione – La Chiesa locale si stringe intorno a don Agostino per i suoi 50 anni di sacerdozio.
Nel 1959 il giovane Agostino, che da poco aveva conseguito la maturità classica presso il Liceo Giannone di Caserta, riceve la vestizione da Mons. Nicola Maria Di Girolamo, ultimo vescovo di Caiazzo.
Don Agostino studia Teologia presso il Seminario Regionale di Benevento e il 5 luglio 1964 viene ordinato sacerdote da Mons. Tommaso Leonetti, Arcivescovo di Capua e Amministratore Apostolico di Caiazzo, presso la chiesa dell’Annunziata di Caiazzo insieme al giovane don Giulio Farina che ha appena festeggiato il suo anniversario.
Subito dopo l’ordinazione sacerdotale don Agostino viene nominato vicerettore del Seminario di Caiazzo e vicecancelliere della Curia Vescovile. Il 29 dicembre 1964 diviene parroco di Santa Maria di Costantinopoli di Castel di Sasso, dopo che Mons. Leopoldo Acerra era stato nominato Vicario generale della Diocesi di Caiazzo.
La carriera pastorale di don Agostino prosegue con la nomina a parroco si “San Vito Martire” di Baia il 18 settembre del 1968, e a Vicario economo della parrocchia di Santa Maria di Costantinopoli. A questo periodo risale l’inizio di un’intensa attività di insegnamento della Religione prima presso la scuola media della frazione di Latina, dove rimane fino al 1974. Nel frattempo, don Agostino si laurea in Filosofia all’Università di Napoli “Federico II”, titolo che gli permette di ricoprire la cattedra di Lettere ai Licei Scientifici di Vairano Scalo, Piedimonte Matese, Caiazzo e Capua.
Dal 1981 al 2003 riceve ulteriori incarichi, quali quello di economo curato della parrocchia di Santa Maria Assunta; nel 1986 parroco di Santa Maria Assunta e nel 2003 amministratore della parrocchia di San Biagio V. e M. e Santa Maria di Costantinopoli.
Don Agostino viene stimato da tutti per la sua poliedrica formazione, che si rispecchia nei numerosi interessi culturali coltivati nel tempo. La sua missione parrocchiale; l’amore per la psicologia e la letteratura: “La costante formazione di don Agostino Secondino ne hanno fatto un sacerdote vivace pastoralmente, sensibile alle problematiche sociali, e un uomo dal forte senso pratico: senza dubbio ha rappresentato una risorsa per le comunità parrocchiali che l’hanno conosciuto e tutt’ora vivono grazie a lui l’esperienza della vita cristiana”. Così il vescovo Mons. Valentino Di Cerbo che domenica prossima (13 luglio, ore 20.00) presiederà la celebrazione presso la chiesa antica di Santa Maria Assunta nella frazione di Strangolagalli. “Inoltre – continua il Vescovo – la sua disponibilità ha confermato il profondo senso di appartenenza alla famiglia diocesana ma soprattutto alla sua chiamata vocazionale”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.