Home Dalla Campania Museo Nazionale Reggia di Caserta: pubblicato il bando per l’incarico di direttore

Museo Nazionale Reggia di Caserta: pubblicato il bando per l’incarico di direttore

1067
0

Il bando riguarda i venti musei italiani più famosi. Tra essi anche la residenza borbonica

Elisa Ferrazzano – Nella conferenza stampa tenutasi presso la sede della stampa estera a Roma, il Ministro Dario Franceschini ha dato notizia della pubblicazione del bando per il rinnovamento degli  incarichi di direttore presso i più importanti musei nazionali. Il bando, che è già online, è uscito questa mattina sul numero dell’Economist, per poi essere pubblicato nei prossimi giorni su altre testate italiane e internazionali.
“Questi direttori -ha specificato il ministro- avranno praticamente gli stessi poteri dei direttori dei musei stranieri ma il personale che gestiranno resterà, almeno per il momento, del ministero e quindi le regole saranno quelle della pubblica amministrazione”.museo_reggia di caserta
La selezione dei nuovi direttori interesserà i 20 principali musei italiani e  l’incarico avrà  una durata di 4 anni.
Nell’elenco dei musei interessati dall’iniziativa figurano “la galleria Borghese di Roma, la galleria degli Uffizi di Firenze, la galleria Nazionale d’arte moderna e contemporanea di Roma, la galleria dell’Accademia di Venezia, il museo di Capodimonte di Napoli, la pinacoteca di Brera di Milano, la Reggia di Caserta, la galleria dell’Accademia di Firenze, la galleria Estense di Modena, la galleria Nazionale di arte antica di Roma, la galleria nazionale delle Marche di Urbino, la galleria Nazionale dell’Umbria di Perugia, il museo Nazionale del Bargello di Firenze, il museo archeologico Nazionale di Napoli, il museo archeologico nazionale di Taranto, il parco archeologico di Paestum, il palazzo Ducale di Mantova, il palazzo Reale di Genova, il polo Reale di Torino.
Si tratta di un incarico dirigenziale di prima fascia per la Reggia di Caserta,  per il quale è previsto  uno stipendio  di 145 mila euro lordi l’anno a cui potranno accumularsi altre eventuali retribuzioni  di risultato fino a  un importo massimo di 40 mila euro.
Durante la conferenza stampa, il ministro ha anche spiegato che le due più importanti Soprintendenze archeologiche ( Roma e Pompei) non sono state inserite nell’elenco perché in esse si svolgono anche lavori di ricerca e di scavo.
Il termine di scadenza per la presentazione delle domande è fissato per il 15 febbraio 2015 e le procedure di selezione saranno portate a termine entro il 15 maggio 2015; in questo modo i nuovi direttori potranno entrare in carica a partire già da giugno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.